Cosa fare a Watamu, Kenya

Escursione da Watamu, Kenya

Watamu è una delle zone preferite dai turisti e in particolare dai turisti italiani perché si estende su uno dei tratti costieri più belli di tutto il Kenya

Tsavo National Park, Masai Mara e Amboseli

Watamu si trova a soli 25 chilometri a sud di Malindi e permette al viaggiatore di rilassarsi su spettacolari spiagge di sabbia bianca e mare cristallino, organizzare Safari nei famosi Tsavo National Park, Masai Mara e Amboseli, escursioni marine nei vari isolotti in prossimità della costa o semplicemente vivere la gente del posto che tramanda antiche tradizioni Swahili.

Infatti a poca distanza da Watamu vi consigliamo di vistare le rovine di Gedi (Gede), uno degli esempi meglio conservati di città medioevale Swahili.
Vi consigliamo di contattare una guida locale perché vi potrà spiegare nei dettagli l’architettura e la storia della cultura swahili senza spendere molto.

Amboseli

Amboseli

Tsavo National Park

Tsavo National Park

Le baie da non perdere nella zona di Watamu

Nella zona di Watamu sono presenti tre baie nel giro di pochi chilometri: Watamu bay, Blu Lagoon e Turtle bay.
La più bella è senza dubbio quella di Watamu che ha alcuni isolotti nelle immediate vicinanze

Arabuko Sokoke Forest Reserve

A pochi chilometri da Watamu c’è l’Arabuko Sokoke Forest Reserve, una area protetta ricca di fauna e caratterizzata dal toporagno elefante, l’attrazione principale della riserva.

Mida Creek

La Mida Creek si trova a pochi chilometri da Watamu in direzione Kilifi ed è una profonda insenatura che vi regalerà scorci suggestivi.
Qui si trovano anche le le grotte di Teva (Tewa), meta prediletta dagli amanti delle immersioni.

Posted by on 20 febbraio 2015. Filed under Africa. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>