Nubia

Racconto di viaggio in Egitto

di verdeumbria@yahoo.it

Siamo una normale famigliola due adulti e due meravigliose bimbe 8 e 12 anni.
Abbiamo sempre viaggiato da soli, ma ultimamente le nostre bimbe sono entrate a pieno titolo nella compagnia dei viaggiatori.
Il bello del viaggio è viaggiare!!
Sembra una banalità ma non lo è, viaggiare significa tutto il contrario di quello che si fà con il gruppo, con il tutto organizzato.
Il viaggio è stato fatto nel mese di marzo, ottimo per vedere la Nubia.

Per abbassare i costi abbiamo preso un pacchetto con volo e soggiorno, per la località di mare più vicina alla Nubia, la scelta è caduta su Marsa Alam ma anche Hurgada o El quesir andavano benissimo, ci siamo fatti posticipare il volo di rientro di 8 giorni (semza supplementi di spese), pochi tour operator lo fanno, ma provate.
Dopo una settimana precisina al mare, anche per la gioia delle nostre cucciole e per lo snorkeling, siamo partiti con un autobus di linea, e siamo arrivati as Aswuan, poi sempre con mezzi pubblici fino ad Abu simbel, poir di nuovo Aswuan ed infine Luxor.
Un viaggio magnifico, fatto di tempi lenti, di volti, di mani di monumenti di tramonti sul Nilo di storia, di mercati locali, di contrattazioni, di taxi, di storie, di sorrisi.
Il tutto in 16 giorni compresi i sette di mare.
Abbiamo preso tanti consigli dalla guida della Lonely Planet, ottima, e poi tanti altri da questo sito, da altri, gli hotel itineranti li abbiamo prenotati con www.accorhotels.com, poi pagati con carta di credito sul posto
Siamo ritornati felici a casa, senza imprevisti ne spiacevoli contrattempi e rivedendo le foto ci si riempe il cuore anche per la soddisfazione di essere sfuggiti alla onnipotente macchina turistica egiziana, che con la scusa di difendere il turista/viaggiatore lo ingabbia tra gite ai monumenti e negozi convenzionati
Se volete dettagli sono a vostra disposizione,
Emanuela