Fantastico Paese

Racconto di viaggio in Kenya

di antoniobiuso@tele2.it

Del Kenya Ernest Hemingway scrisse che possiede bellezze naturali, spiagge e coralli che non sono eguagliabili da nulla al mondo. Aveva ragione! La nostra vacanza in questo luogo straordinario è stata la più bella che abbiamo mai trascorso. Ecco la nostra storia:

Abbiamo scelto di partire nella prima decade di dicembre e per prima cosa abbiamo deciso di non seguire le rotte dei “touroperators globali” (scelta decisiva). Ci siamo, “per caso”, affidati alle mani (risultate esperte) di Mariam e Said, incontrati, “per caso”, proprio sul sito Turisti per Caso. Abbiamo concordato con loro un itinerario di massima, acquistato online un biglietto per Nairobi e… pronti per l’avventura.

Said è una guida con esperienza venticinquennale e con lui abbiamo fatto il safari. Per tre giorni abbiamo visitato il Masai Mara e Lake Nakuru e vi assicuriamo che non è facile descrivere la sensazione che si prova quando ti ritrovi a pochi passi una famiglia di leoni o di elefanti, le giraffe dall’elegante camminata, lo sguardo bieco di una jena, il passo felpato del leopardo, la silenziosa nuotata di un coccodrillo o il rumoroso bagno di un ippopotamo. Semplicemente meraviglioso. Abbiamo dormito per due notti nel bel mezzo della savana in un Camp circondato da scimmie e babbuini e sotto un cielo stellato “da paura”. A lake Nakuru, poi, lo spettacolo dei rinoceronti bianchi, delle cicogne, dei pellicani e della sterminata distesa di fenicotteri rosa è davvero indescrivibile. Il supporto di Said e dell’autista Manga è stato fondamentale: ci hanno descritto ogni particolare della vita di tutti gli animali incontrati con un entusiasmo davvero sorprendente.

La vacanza è poi continuata sulla costa dell’Oceano Indiano.
Abbiamo attraversato in macchina praticamente tutto il Kenya: mille kilometri da Nakuru a Malindi: un’esperienza faticosissima (le strade sono terribili) ma indimenticabile. Mille scenari diversi, mille villaggi, mille volti indimenticabili. I Masai soprattutto… una civiltà che costituisce un “mondo a parte” anche all’interno delle stesse popolazioni africane.

A Malindi abbiamo trovato la calda accoglienza della straordinaria Mariam; un’italiana, sposata proprio con Said, che vive in Kenya da tre anni. Abbiamo con lei trascorso una settimana pienamente “africana”: in giro per mercatini, in tuk tuk o matatu, a cena nei “locali tipici” con nyoma choma (la buonissima carne) e cucu pili (il piccante pollo). Abbiamo visitato le finissime spiagge di Watamu e Mambrui, oltre che fatto il Safari Blu nelle splendide acque del parco marino di Malindi tra coralli e coloratissimi pesci.

Che dire… un’esperienza esaltante che consigliamo a tutti. Riconcilia con la natura e con l’umanità… il popolo africano è fantastico. Vi consigliamo di affidarvi a mani esperte e quelle di Mariam e Said lo sono senz’altro.
Jambo a tutti da Antonio e Santa.