Mare e safari in Kenya

Racconto di viaggio in Kenya

di fidenzax3@virgilio.it

L’idea di partire per il Kenya ci è venuta un po’ per caso..non avevamo bene in mente dove andare e che tipo di vacanza fare..ma l’idea del safari ci allettava..e così il primo marzo siamo partiti un po’ incerti visto il periodo molto vicino alle pioggie.

Siamo partiti dalla Malpensa verso le una di notte e dopo circa 12 ore, dopo aver fatto scalo a Zanzibar, siamo arrivati a Mombasa. Scesi dall’aereo lo sbalzo di temperatura si sente parecchio la temperatura era di circa 30/32°C e il caldo piuttosto umido…non ci sembrava vero..eravamo in Africa!!
All’uscita dell’aeroporto abbiamo aspettato l’operatore della condor e siamo partiti alla volta dell’AFRICANA SEA LODGE di DIANI. Dopo il viaggio su una specie di traghetto gigante e un’ora di pulmino siamo arrivati all’albergo.
E’ lungo questo tragitto che entrerete a contatto con la vera africa ..sentirete odori nuovi, vedrete gente ovunque..chi lavora e chi no, bambini che vi salutano con la mano, bancarelle con qualche bottiglia d’acqua, qualche maglietta, qualche banana, gente che prega cantando ai lati della strada..ma quello che vi stupirà di più è che vedrete talmente tante di quelle persone come non avrete mai visto in vita vostra.
Per quanto riguarda l’albergo, l’africana sea lodge fa parte di una catena di alberghi e pertanto potrete accedere tranquillamente anche agli altri 2 che sono lì vicino, è grandissimo, pulito, immerso nelle palme, composto da bungalow ciascuno con 2 camere da letto, ingressi indipendenti, bagno essenziale e una bella terrazza. (il letto matrimoniale non esiste sono 2 letti separati da una piazza e mezzo!!all’inglese).La cosa più bella è che in questo albergo ci sono tantissimi babbuini quindi attenzione a non dare loro da mangiare se non si vuole avere tutto il branco in terrazza dopo circa 10 secondi.
Il cibo è internazionale, quindi a parte l’ottima pizza il resto va a gusti, comunque lo definirei più che discreto. D’altra parte non ci si può aspettare di mangiare in Africa come in Italia..bisogna solo abituarsi un po’ al cibo e alle spezie che sono diverse dalle nostre.
Il tempo …per quello siamo stati un po’ sfortunati, c’è stato nuvoloso per tutta la settimana..ma quel poco sole che c’è stato ci è bastato per ustionarci. Impressionante non vedere la propria ombra verso mezzogiorno!!
La spiaggia è bianchissima e il mare è trasparente (secondo gli abitanti del posto diani ha le spiaggie più belle di tutta la costa del kenya!)a parte qualche alga sempre dovuta all’avvicinarsi della stagione delle pioggie.
L’alta marea che arriva verso le 15 del pomeriggio fa sì che sparisca completamente la spiaggia. Quando c’è invece la bassa marea arrivare a toccare l’acqua è piuttosto difficile. Infatti sulla spiaggia si trovano i famosi beach boys che vi fermeranno ad ogni passo per proporvi di tutto, dalle escursioni..alle statuine in legno, quindi se volete fare dei regali non aspettate l’ultimo giorno come noi ma fatelo subito, vedrete che non vi chiederanno più niente fino alla fine della vacanza.
Gli oggetti fra l’altro che vi proporranno sono leggermente più cari ma non c’è paragone in qualità rispetto a quelli che troverete da altre parti, sono veramente bravi, gentili e non vi peserà più di tanto fermarvi un attimo a chiacchierare con loro (N.B. andare dall’uno o dall’altro non ha importanza si dividono i guadagni).
Per quanto riguarda le escursioni noi abbiamo scelto di fare quella al parco marino di kisite, molto bella peccato per i delfini che non si sono fatti vedere. L’abbiamo prenotata con i beach boys che sono stati carinissimi e ricordatevi come vi ho già detto sopra che non vi fregano loro vivono solo con questo e non possono permettersi di avere una cattiva reputazione!!
Il safari invece l’abbiamo prenotato con la Condor. Sappiate che 2 gg allo TSAVO EST e TSAVO OVEST costa 220 euro quindi fate bene i conti prima di partire..ma vedrete che ne vale la pena e sarà la parte più bella del viaggio.
Lo tsavo est è un parco brullo, selvaggio dove è più facile avvistare animali..(ci sono pochi alberi che ostacolano la vista)vedrete giraffe, elefanti, gazzelle, impale, leopardi etc..e se siete fortunati anche il leone.
Armatevi di buone macchine fotografiche e binocoli perchè non è uno zoo gli animali sono liberi e non sempre si avvicinano alla strada.
Lo tsavo ovest per me è stato bellissimo ricco di vegetazione e dove passa il fiume lo spettacolo è fantastico sembra di essere nella giungla..in questo parco riuscirete a vedere in più ippopotami e coccodrilli.
Nella notte abbiamo dormito al lodge kishusha spero si scriva così comunque in italiano dovrebbe significare la tana dello scorpione.
E’ splendido, appartenuto alla francorosso è stato rinnovato e si trova proprio nel punto dove è stato girato il film “La mia Africa”. Non ci sono parole per descriverlo..un luogo incantato nel bel mezzo della savana a contatto diretto con la natura, con gli animali. Le camere sono bungalow giganti di circa 60 mq ( 40 mq la camera, 20 mq il bagno) tutto nuovo costruito con legno locale, con un letto di 3m x 3m al centro della stanza..luci soffuse..sembra la casa dei flinstones! La sera poi aperitivo attorno al fuoco insieme ai masai che gestiscono il tutto insieme ad un italiano e cena buonissima a lume di candela. A fine serata spettacolo masai solo per noi (eravamo in 6 il lodge ha solo 5 bungalow), lotta tra un varano e uno scorpione e poi esausti tutti a letto (il generatore verso le 10.30 si spegne). Ovviamente il masai ci ha scortato fino alla camera (non si sa mai che si incontri qualche animale lungo il percorso!).
Con questo bellissimo safari è finita la nostra avventura..il Kenya è magico ma quello che più vi rimarrà nel cuore sarà la gente cordiale e gentile che incontrerete lungo il vostro cammino che vi offrirà ciò che ha di più importante..il loro indimenticabile sorriso!