Maldive ad Ottobre

Racconto di viaggio alle Isole Maldive

Lo scorso ottobre ho deciso la mia destinazione… Maldive, un paradiso terrestre!! Avevo qualche dubbio sula partenza perchè era il periodo dei monsoni… ma poi ci siamo decisi.
Lavoro in un agenzia di viaggi sicchè con poco ho fatto la vacanza, con il mio boy, più bella sino a ora!
Siamo partiti da Milano, 10 ore di volo… dove ho dormito, mi sono svegliata per mangiare e ogni tanto leggevo, che mal di gambe però!!!

Malè

Arrivati all aeroporto di Malè c’era una bufera, infatti non poteva partire neanche il ns idrovolante e ci siamo fatti 4 ore di barca veloce con il mare in tempesta. Finchè siamo nell’atollo il mare e calmo ma per andare sulla ns isola bisognava attraversare l’oceano e li molte persone si sono sentite male. io mi sono addormentata anchè in oceano!!! In quel periodo ci sono acquazioni abbondanti ma di breve durata;arrivati sulla nostra isola… ventaclub Dhiffushi, era ritornato il sole, l’impatto è stato strepitoso, proprio come nelle migliori foto, un paesaggio stupendo.


Ci hanno accolto con un cocktail di benvenuto, e siamo andati in camera, spaziosissima, bagno con vasca e doccia esterna, una piccola casetta con terrazzina esterna che portava dirett sulla spiaggia!! che sogno!

Una settimana è volata, abbiamo mangiato bene, cucina italiana, poi era a buffet!! bravissimi gli animatori che il giorno organizzavano giochi e la sera facevano spettacoli divertenti. Acqua del mare era caldissima, neanche un onda, pesci stupendi; una volta abbiamo provato ad arrivare alla barriera corallina ma era troppo distante e abbiamo rinunciato…da una parte è stata la scelta migliore perchè poi ci hanno detto che c’erano Murene e pesci sgraedvoli!!!

Il cielo è stato quasi sempre coperto, ma il sole si sentiva….;pioveva la sera e la notte. Il giorno ogni tanto ci sorprendeva qualche acquazzone di passaggio, ma dopo 5 min tornavamo subito in spiaggia.
Il mio boy non è un tipo viaggiatore infatti era disperato a fare tutte quelle ore di aereo ma arrivati li aveva cambiato idea. Come escursioni ne abbiamo fatta una all’isola dei pescatori, anche perchè il ns atollo,Ari, era troppo lontano dalla capitale. Mi sono riportata tanti oggettini prodotti con il cocco o palme, purtroppo i coralli e la sabbia non si possono portare!!! Inoltre ci siamo fatti il pieno di cocco, ne abbiamo riportato e li sul posto si raccattavano per terra appena caduti dalle palme e tipo uomini primitivi si spaccavano e pulivano con qualsiasi cosa appuntita perchè non avevamo coltelli. E’ stata anche un avventura…!! Animaletti tipo jeki erano su tutte le camere vicino alla luce, qualche camaleonte, volpi volanti(una specie di pipistrelli grossi come tarponi giganti) e granchi ovunque…quelli con la testa nera erano brutti!!

la cosa che mi ha davvero stupito è che in un isolotto del genere c’erano 2 dipendenti per ogni cliente!! avevamo Mahdi che veniva a rifarci la camera 2 volte al giorno e Hassan il ns cameriere al ristorante!! delle donne tutte coperte stavano piegate dalla mattina alla sera con una scopetta di palma a spazzare foglie tutti i giorni, loro però non parlavano, solo gli uomini avevano rapporti con i clienti.

Al ritorno abbiamo preso l’idrovolante…che splendore!! che paesaggi stupendi si possono ammirare dall’ alto, indescrivibile!!!

la partenza è stata ritardata di 5 ore e chi voleva dall aereoporto si è fatto portare a visitare la capitale, situata in un isolotto pieno di strutture.

Conclusione…. vacanza stupenda!! indimenticabile!!!

ciao ciao Lara

[print-me target=”#post-%ID%”]