Stupende Bahamas

Racconto di viaggio alle Bahamas

Il mio sogno nel cassetto…l’America.
Grazie ai mie genitori ho potuto realizzarlo e anche da molto giovane, a soli 15 anni.
Il mio primo viaggio all’estero ma non la prima volta che salivo sull’aereo, ero già stata a Milano a trovare mia cugina, quindi l’impatto non è stato poi così disastroso…l’unica cosa che un po’ mi preoccupava erano le 10 ore circa di volo che mi aspettavano!!! Mi chiedevo cosa mai avessi fatto tutto quel tempo senza potermi muovere se non in pochi metri quadrati…ma l’emozione e l’adrenalina salivano mano a mano che si avvicinava l’ora X…la partenza!!!!
Una volta fatto il check-in e sbrigato tutte le formalità una voce dall’alto parlante annuncia il nostro volo e insieme ai miei genitori e a tanti altri colleghi di mio padre ci dirigiamo verso il gate…saliamo a bordo e inizia la mia stupenda e indimenticabile avventura!!!!
Dopo un viaggio abbastanza duro, ma meglio di come me l’aspettavo, visto che la compagnia che avevamo scelto (l’Alitalia) aveva saputo allietarci con film e documentari vari arriviamo a destinazione. Il mio viaggio è durato dieci giorni di cui i primi quattro passati nella “grande mela”…ebbene si prima tappa NEW YORK!!!

NEW YORK

Che dire, caotica, maestosa e imponente di giorno, bella, pericolosa e molto trasgressiva di notte! Proprio come si vede dalla TV: grattacieli alti, altissimi; la gente che corre avanti e indietro per le immense strade e miliardi di persone impegnate nel business e negli affari!
Vita sociale molto poca…alcuni affabili e pronti a darti una mano, indicazioni ecc ecc, altri nervosi e stressati dalla quotidianità e credetemi è meglio stargli alla larga!!!

Bahamas

La parte più bella del viaggio sono sicuramente le Bahamas, infatti sposterò tra non molto la mia attenzione su queste magnifiche isole.
A prima vista: palme, musica, mare limpido, spiaggia bianca, frutta in riva al mare, divertimento e gioi…immaginate cosa abbia potuto vedere poi con più attenzione… La prima cosa? Un bel tuffo nell’Oceano Atlantico! E chi se lo scorda…altro che i brividi provati tuffandosi nel nostro Mar Mediterraneo nei primi giorni di Giugno…un freddo che gela il sangue per pochi secondi in piena estate in queste magnifiche isole!!! Ebbene si lo scenario è indubbiamente mozza fiato e la temperatura dell’acqua altrettanto!!!La stanchezza si faceva sentire…sei ore di fuso orario pesavano, ma in un posto simile tutto ciò passa in secondo piano!
Nel villaggio i divertimenti non mancano…animazione colma di giovani (la maggior parte italiani), giornate in spiaggia rilassanti per chi vuole e movimentate da lezioni di acqua gym o balli di gruppo, per i più esigenti,serate organizzate con molta cura e attenzione,non mancano…tutti gentili e disponibili!

Ma fuori dal villaggio non c’è tanto da vedere o meglio forse c’è anche troppo…mi riferisco alla grande povertà e alla grande differenza che sussiste tra il villaggio e l’esterno! Solo natura o meglio agricoltura, si perché la cosa che più colpisce e che più si vede sono altissime distese di canne da zucchero e tutto intorno la magnificenza di stare in silenzio ed apprezzare ciò che si vede. A noi turisti sbalordisce e ci rende vulnerabili e pensierosi (anche se una volta tornati nel villaggio si dimentica tutto) ma per loro è la normalità e volenti o nolenti ci vivono bene dimostrandosi gentili e per nulla invidiosi di no “immigrati”; però una cosa da poter visitare c’è: è il monumento dedicato a Cristoforo Colombo. Niente di maestoso e di eclatante, una semplice croce bianca con su incisa una frase in spagnolo che ricordava l’importanza di quest’uomo storico…non me ne volete ma non ricordo cosa c’era scritto di preciso!Dopo questa piccola sosta abbiamo deciso di affittare dei motorini e abbiamo fatto, insieme a tutta la compagnie, il “periplo” dell’isola…un giro divertente di tutta San Salvador…ve lo consiglio!!!Dopo il nostro piccolo tour e dopo aver visto quello che c’era da vedere torniamo nel villaggio e continuiamo la nostra vacanza che stava volgendo al termine…!
Non potevo farmi mancare una delle più belle attività che si fanno in questi magnifici posti di mare: lo snorkeling. Vedere e toccare con mano magnifici pesci che solo in questi posti si possono trovare è a dir poco emozionante! Dopo la mezz’oretta passata in acqua tra pesci e coralli torno a San Salvador per passare l’ultima sera, infatti il sogno come tutte le cose belle stava per finire e noi con valigie in spalla siamo pronti per riprendere la quotidianità e ritornare alla vita di sempre.
Una vacanza stupenda e bella indifferentemente se da coppia, da single o da famiglia…sembrerà strano proprio perché di solito ci sono vacanze e vacanze ed è bene distinguerle…Per le Bahamas c’è l’eccezione…come la intraprendete la intraprendete il divertimento e il relax non mancheranno!!! Buon Viaggio…e alla prossima!!!!

di ANTONELLA
[print-me target=”#post-%ID%”]