Vienna sotto la neve

Racconto di viaggio in Austria

di deda1970[at]yahoo.it
Dal 3 al 6 gennaio 2006 io con la mia famiglia e mia cognata con la sua siamo andati in questa splendida capitale.

 3 GENNAIO 2006
Partenza alle 5 del mattino da casa per raggiungere Malpensa Terminal 1 da dove siamo partiti (ritardo di un’ora a causa di neve su Vienna) alle 9.00 circa. Alle 10.10 atterrati a Vienna sotto la neve (per 5 minuti in aereo abbiamo ballato un pochetto!!)
Arrivo all’aereoporto di Vienna – acquisto della Vienna Card (molto comoda e utile perchè ti permette di usare qualsiasi mezzo di trasporto e di avere riduzioni in parecchi negozi, musei…..) e acquisto dei biglietti per il CAT (City Airport Train) € 7.50 anzichè 9.00 perchè possessori della Vienna Card.Il treno (comodissimo e soprattutto pulitissimo) in un quarto d’ora ti porta a Wien Mite cioè in centro di Vienna, da lì abbiamo camminato per 10 minuti e siamo arrivati al nostro magnifico hotel (Marriott) che si trova sul Park Ring.
Sistemazione in camera e poi via per le strade di Vienna. Nevicava.

L’ANTICA VIENNA

Prima di tutto ci siamo recati nei dintorni della Cattedrale di Stephansdom: abbiamo percorso Singerstrasse e siamo arrivati in Karntnerstrasse bellissima via piena piena zeppa di negozi (sinceramente se non fosse stato per le pasticcerie o per il Sacher Cafè mi sembrava di essere in via Vittorio Emanuele a Milano!!)
Abbiamo gironzolato un pò qua e là per ritrovarci, ahimè, a pranzare al Burger King!!!!!!!!!!! I bambini avevano fame e quindi abbiamo dovuto cedere.
Dopo pranzo abbiamo visitato:
Opera di Stato di Vienna sulla Ringstrasse: peccato che all’interno non si poteva entrare. Da fuori è un edificio rinascimentale bellissimo; ai suoi lati si trovano due fontane con statue che rappresentano il Dolore, l’Amore e la Vendetta. Sotto agli archi della loggia (sopra all’ingresso principale) ci sono delle statue di bronzo che rappresentano l’Eroismo, l’Arte drammatica, la Fantasia, l’Umorismo e l’Amore.
Hotel/Cafè Sacher: hotel e cafè molto eleganti dove è possibile gustare la vera Sacher Torte (non ha niente a che vedere con quella che mangiamo qua in Italia)
Kapuziner Kirche: piccola chiesetta molto graziosa dove venivano celebrati i funerali dei reali;
Kaisergruft (cripta imperiale): al prezzo di 4.00 € visiti tutte le tombe della famiglia reale asburgica (138) imponenti, in particolare, quella di Maria Teresa d’Austria e ovviamente quelle più toccanti sono quelle di Francesco Giuseppe I (Franz), di sua moglie Elisabetta (Sissi) e del loro figlio Rudolf morto suicida
Stephansdom: imponente cattedrale situata al centro di Vienna (le sue guglie si possono vedere da tutta la città) con il tetto esterno ricoperto da circa 250.000 tegole in maioliche mentre l’interno, molto buio, è molto ben tenuto e ci sono parecchie cose interessanti tra cui il Cristo del mal di denti, la statua di Cristo Crocifisso una leggenda narra che questa statua avrebbe una barba umana che continua a crescere (la statua non si può vedere da vicino ma da dietro un portone con le sbarre però la barba l’abbiamo vista)., il Pulpito di Pilgram che ritrae i Quattro Padri della Chiesa….
Giro con il tram Ring 1 (tram – molto pulito – che useremo parecchio) intorno al centro, molto utile perché ti fa vedere tantissimi palazzi, musei, edifici…..e soprattutto ti rendi conto del luogo in cui ci trovano i vari posti da visitare.
Alle 18.00 siamo rientrati in hotel per una bella e sana doccia e alle 20.00 ci siamo diretti in un ristorante vicino per cenare a base di carne alla griglia (eravamo troppo stanchi per andare alla ricerca di qualcosa di più tipico).
Carne buona ma servizio lentissimo (più di un’ora per una entrecote!!)

4 GENNAIO 2006
Tempo: nevica!!
Visite di oggi:

LA VIENNA IMPERIALE

– Giardini del Burggarten con foto davanti alla statua di Mozart, parco molto bello anche sotto la neve chissà quando è pieno di fiori!!!
Quartiere dell’Hofburg (residenze imperiali):
– Neue Burg: parte del palazzo imperiale costruito verso la fine dell’impero asburgico, dal balcone di questo palazzo nel 1938 Hitler proclamò l’unione di Austria e Germania (Anschluss).
– Albertina: sontuoso ed elegante palazzo al centro dell’Albertinaplatz: oggi ospita una delle più belle collezioni mondiali di stampe, disegni e fotografie ) opere di Durer, Michelangelo, Rubens, Picasso…).
Costeggiamo tutto il complesso dell’Hofburg e troviamo:
– Prunksaal: palazzo imponente e sontuoso che ospita la più grande biblioteca barocca d’Europa
– Josephplatz: al centro di trova una imponente statua equestre dell’imperatore Giuseppe II; questa piazza era un punto di incontro dei sudditi a lui più fedeli. Alla destra si trova la Redoutensaal un palazzo dove si tenevano balli in maschera.
– Stallburg: scuderie imperiali. Oggi si possono vedere i cavalli lipizzani della Scuola di Equitazione Spagnola che ha la sede proprio qua nell’Hofburg. Per poter vedere le esibizioni occorre prenotare il biglietto almeno qualche mese prima. (Noi non lo sapevamo perciò niente esibizione). Peccato!
Finalmente arriviamo all’ingresso del Palazzo Imperiale che si trova in Michaelerplatz.
Acquistiamo la Sissi Card che permette, al costo di € 17.00 (senza Vienna Card 19.90), di visitare:
all’Hofburg: appartamenti imperiali+Museo di Sissi+Museo argenteria
– a Schonbrunn: visita di 40 stanze (Grand Tour) + museo del mobile
All’ingresso ci accordiamo, dandogli la differenza (circa 7 €), con una guida italiana. Questo lo consiglio molto perché è sicuramente meglio delle audioguide infatti ci spiega alcuni particolari dell’Hofburg tra cui quello che ci sono degli appartamenti di 50 metri quadrati abitati dai discendenti dei servitori degli Imperatori, questi pagano 100 € al mese e per risiedere lì bisogna essere sposati da 20 anni!
Per quanto riguarda Sissi la guida ci spiega che quello raccontato dai film è tutto vero però esiste anche una parte oscura dell’imperatrice che nei film non viene illustrata per non rovinare la favola; ci spiega anche che il Museo di Sissi non è niente di speciale si tratta di corridoi lunghi, stretti e poco illuminati in cui si trovano stampe, oggetti, abiti.. appartenenti all’Imperatrice ma sono tutte copie non si trova niente di originale! Sottolinea che questo Museo è stato creato solo per il turismo e solo per soldi e per far ciò sono state distrutte delle stanze veramente belle! Io ho commentato che spesso noi italiani siamo accusati di fare queste cose ma…tutto il mondo è paese davanti agli interessi economici!!!!!!!!
Visita Hofburg:
– parecchie stanze imperiali: camere private degli Imperatori Franz e Sissi, uffici di Franz, sala delle guardie, palestra, letto da viaggio, sala della toeletta e stanza da bagno di Sissi, stanza da pranzo con tavola apparecchiata come all’epoca (molto suggestiva) sala udienze dell’Imperatore……porte segrete usate dall’Imperatrice Sissi per fuggire da palazzo…Sissi odiava la vita a palazzo e appena poteva fuggiva anche da Vienna. Tutte le stanze avevano una stufa in ceramica che veniva alimentata con la legna da dietro il muro attraverso un apposito tubo perché i servitori non si dovevano vedere!
– Museo Sissi: una vera cavolata! Aveva ragione la guida!
– Museo dell’Argenteria:una bellissima carrellata di servizi di piatti, bicchieri di ogni tipo, posate, vassoi, candelieri, porta vivande,,,,,,,,,
Cortile interno dell’Hofburg:
– c’è una porta del XVI secolo che porta alla parte più antica dell’Hofburg.
– In cima ad un palazzo si può vedere una bellissima torre dell’orologio in stile barocco
Uscita dall’Hofburg su Heldenplatz:
– ingresso del palazzo visto in precedenza (quello dal cui balcone parlò Hitler) con la statua del Principe Eugenio di Savoia (valoroso combattente)
– Burgtor: colonnato che delimita il complesso dell’Hofburg dal Ring (via che gira intorno al centro)
Ritorniamo all’ingresso del Palazzo Imperiale per andare nella via davanti che si chiama Kohlmarkt altra via piena di negozi tra cui la Demel Konditorei (antica pasticceria imperiale) alla sola vista delle vetrine riccamente addobbate per Natale con caramelle, cioccolati di ogni tipo…viene l’acquolina in bocca!
Entriamo alla fine della Kohlmarkt sulla passeggiata Graben (che unisce la Vienna Imperiale a quella Antica) in un bar (Julius Meinl) per una cioccolata volante. Questo bar ha anche un supermercato con ogni genere di prelibatezze: a piano terra si possono trovare vari tipi di caffè, cioccolato di ogni tipo e forma, i classici mozarklugen, biscotti………una libidine…..al primo piano invece si trova il pane fresco (eccezionale quello con il sale sopra) e ogni tipo di salumi e formaggi…….decidiamo di tornare l’ultimo giorno a fare spese da portare in Italia….(l’ultimo giorno siamo andati e sfortunatamente l’abbiamo trovato chiuso per l’Epifania!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)
Ora ci dirigiamo in Stephansplatz per prendere la linea 2 (U2) della metropolitana che ci porterà al Prater per salire sulla famosa ruota panoramica.
Arriviamo al Prater,,un po’ di tristezza ci avvolge perché è tutto spento, l’unica cosa accesa è la ruota….alcuni di noi salgono al costo di € 7.50 a persona (€ 3.50 i bambini 3-14 anni) esistono anche dei biglietti per le famiglie (2 ad+2 bamb 19.00 / 2 ad+3 bamb 20.00)….spettacolare vista peccato che il cielo grigio e la neve impediscono di avere una vista mozzafiato sicuramente!
Rientro in hotel stanchissimi, relax in piscina……….
Cena in un ottimo self service (Rosenberger) che si trova nella strada a fianco del Cafè Mozart, dietro al Sacher Hotel, consigliatoci dalla guida dove è possibile mangiare anche specialità viennesi (la Wiener Schnitzel. Gulasch…) abbiamo mangiato benissimo ad un prezzo normale. È un self service di ottima qualità e molto molto pulito!

5 GENNAIO 2006
Nevica tantissimo!!
Sveglia presto colazione abbondante come al solito e partenza per Schonbrunn residenza estiva della famiglia imperiale. (Ring 1 + metro fino a lì)
Bellissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Grand Tour con audioguida (non c’era una guida italiana)
– 40 stanze: sale di rappresentanza, sala delle guardie, uffici Imperatore, appartamenti privati di Franz e Sissi, sale settecentesche dell’epoca dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria, Gran Galleria (usata per i ricevimenti di Stato), sala della colazione e da pranzo (con tavole riccamente apparecchiate), Gabinetto cinese circolare (stanza usata da Maria Teresa per le discussioni con il Cancelliere), salone cinese blu………..e via dicendo una più bella dell’altra!
Visita ai giardini meravigliosi, anche questi dovrebbe essere fantastico vederli in primavera/estate
Dopo Schonbrunn:
Karslplatz
Karlskirche (chiesa eretta in onore a San Carlo Borromeo arcivescovo di Milano) purtroppo era chiusa
Pranzo: Gerstner Konditorei (pasticceria in centro) abbiamo pranzato con cioccolata e ottime torte!!!!
Pomeriggio dedicato quasi interamente alla visita del Museo di Storia Naturale in Maria Teresa Platz. Al centro di questa piazza si trova una imponente statua di Maria Teresa. Il Museo è enorme e molto ben tenuto e molto ben organizzato.
Si trovano diverse sezioni:
– archeologia, antropologia, mineralogia, geologia, zoologia, microcosmo (in questa sezione è possibile analizzare al microscopio tantissime cose)
Ci sono scheletri di dinosauri, tantissimi animali imbalsamati, la più grande collezione mondiale di crani, una raccolta di pietre prezione e minerali bellissimi, una raccolta di meteoriti, oggetti e sculture preistoriche tra cui la Venere di Willendorf antica figura della della fertilità rinvenuta in Austria 24.000 anni fa ed ancora oggi ben conservata!!!
Questo Museo merita proprio una visita!
Rientro in hotel, relax in piscina.
Cena al ristorante “Da Capo”: ottima cucina italiana in cui abbiamo mangiato bene anche se è un po’ caro specie nei dolci.

6 GENNAIO 2006: ultimo giorno, sigh!sigh!
Quartiere ebraico:
Hoker Markt (piazza più antica di Vienna dove, nel Medioevo, si tenevano i mercati di pesce, di vestiti e dove si svolgevano le esecuzioni. Al centro si trova la Fontana nuziale che fece erigere Leopoldo I per il figlio Giuseppe e la sua fidanzata Maria. Di lato si trova l’Ankeruhr: orologio in bronzo e rame in cui, ad ogni ora, una figura storica sfila da un lato all’altro del quadrante al suono di una musica d’organo.
Quartiere dei Musei e del Municipio:
– Parlamento: palazzo stile neoclassico molto imponente. Davanti si trova la statua di Pallade Atene dea della saggezza.
– Neues Rathaus: sede del Municipio. E’ un palazzo enorme. Sulla piazzetta antistante si tengono i mercatini di natale (Christkindmarkt).
– Burgtheater: più prestigioso teatro dei paesi di lingua tedesca.
– Votivkirche: costruita in seguito al tentato omicidio di Franz. Caratteristiche le svettanti guglie a traforo. Purtroppo era chiusa!!!

Ore 17.00 rientro in hotel e, purtroppo, partenza per l’Italia!!!!!!
E’ stato un viaggio bellissimo, Vienna è proprio una bella capitale molto pulita sotto tutti gli aspetti, mi piacerebbe ritornarci in primavera/estate per apprezzare i vari parchi/giardini/fontane……..ciao!