Acqua cristallina

Racconto di viaggio in Francia

Avventura ecco cosa cerco io nei miei viaggi cosa che purtroppo non è facile con una bambina piccola,io amo viaggiare è la cosa che mi rende più felice.Mi basta solamente organizzare e divento subito euforica, questo che però vi racconto all’inizio mi ha anche impaurita perchè ero molto diverso da quelli fatti di solito. 17 agosto 2005 Viaggio all’avventura con tende sacchi a pelo e…gommone partenza Punta Ala arrivo Bastia in Corsica eravamo in 7 con 2 gommoni di 7 metri ,come al solito ..mare mosso 4 ore di sballottamento ma nello stesso tempo andrenalina a 1000 per la bellezza del mare e tutto il nulla che ci avvolgeva.

Arrivo a Bastia rifornimento e via verso fondali spettacolari, che non hanno niente da invidiare ad altri posti lontani da me visitati, via lungo quelle coste meravigliose con la spiaggia nera e quelle piccole insenature dove era impossibile non fare un tuffo per entrare in quell’acqua crisstallina che sembrava una piscina
naturale.Man mano che viaggiamo lungo la costa scopriama piccoli paesini piccoli porti che sembrano usciti da un’altro tempo da un’altro millennio Centuri con tutte le sue stradine che si inerpicano sù per il paese con un tripudio di colori e profumi. E’ quasi sera dobbiamo andare al campeggio per sistemarci per la notte, arriviamo a St Florent ed entriamo nel porto dove c è un piccolo fiumiciattolo navigabile che ci conduce all’interno del paese e lungo la sua sponda si estende un piccolo campeggio fatto apposta per chi come noi arriva dal mare,è piccolo ma molto bello non certo però adatto a chi cerca il lusso. Passiamo la notte in un silenzio assoluto ..
che bello!La mattina ci sveglia un gregge che pascola al di là del fiume apriamo le tende e vediamo uno spettacolo unico che oramai per noi abituati alla città e solamente un sogno,ripartiamo per andare più giù verso la sardegna. Nei giorni continuiamo il nostro viaggio fino a L’ile Rousse,Calvi e Porto ogni giorno un posto diverso località magnifiche con tanta storia da raccontare.

Durante i nostri spostamenti non manchiamo certo di visitare le belle spiagge che incontriamo fra queste ,la spiaggia della Saleccia sabbia bianca fine e acqua celeste un paradiso.Purtroppo anche i bei viaggi finiscono e dopo una settimana di navigazione dobbiamo ritornare anche perchè il tempo stà cambiando e il rientro potrbbe diventare pericoloso. Al nostro ritorno l’andrenalina ci aveva lasciati stavamo ritornando nel nostro quotidiano nei nostri soliti problemi, poi all’improvviso guardando in mare vediamo un branco di delfini che sembrava ci volessero salutare era la prima volta che li vedevo così da vicino urla di contentezza da parte di mia figlia che per tutto il viaggio li aveva cercata nella distesa del mare e oramai si era quasi rassegnata….l’unica cosa che posso dire allìultimo del mio racconto ….è stato bellissimo.

Racconto di Morella Maria Pia