Eurodisney Parigi e Bretagna

Racconto di viaggio in Francia

Equipaggio : Marco (39), Silvia (40), Elisa (16), Alessandro (10) e Ettore (un piccolo Pinscher di 3 anni).

Città di partenza : Pistoia

Veicolo : Rimor Super Brig 677c

Periodo : 01 – 14 Settembre 2007

KM percorsi : 3.840

1° giorno : 01 Settembre 2007 PISTOIA – COMO

Dopo aver caricato il camper, partiamo nel tardo pomeriggio da Pistoia per fermarsi a dormire sopra Como, prima del confine con la Svizzera.

KM 372
Gasolio € 73,00
Autostrada € 17,40

2° giorno : 02 Settembre 2007 COMO – EURODISNEY

Giornata interamente dedicata al viaggio con diverse soste per il pranzo e per sgranchirsi le gambe ( e le zampe).
Abbiamo attraversato tutta la Svizzera e le regioni francesi Alsazia e Champagne, per arrivare verso l’ora di cena al parco di Eurodisney.
Dopo aver cenato ci siamo sistemati davanti all’ingresso del parco per passare la notte insieme ad altri camper (la mattina eravamo in 32 !! ).

KM 780
Gasolio € 120,00
Bollino per autostrade Svizzera : € 0,00 (ne ero già in possesso)

3° giorno : 03 Settembre 2007 EURODISNEY

Ci alziamo verso le 08.00 con un tempo da lupi : pioggia, vento forte ed un cielo che non prometteva niente di buono.
Dopo un’oretta il cielo sembra un po’ riaprirsi e “armati “ di K-hey ed ombrelli decidiamo di entrare.
Paghiamo € 13,00 per il parcheggio (se rimani anche la notte sono € 20,00) e parcheggiamo nell’area riservata ai camper che si trova accanto a quella dei bus, proprio alla fine dei tapis roulant che ti portano all’ingresso del Parco.
L’area è immensa, asfaltata e pianeggiante, ci sono i bagni e nel parcheggio dei bus è possibile fare anche carico e scarico.
Lasciamo Ettore al canile che si trova prima dell’ingresso del parco (€ 8,00 per tutto il giorno, ma è necessario avere il passaporto per il cane e la vaccinazione antirabbica), ed entriamo nel parco ( € 178,00 per 3 adulti e 1 ridotto).

Una pioggia fine e altalenante ci accompagna per circa un’ora e mezzo, per poi lasciare spazio a sole, alternato a cielo coperto.
Non avendo bambini piccoli ci apprestiamo a provare tutte le giostre da grandi, per poi lasciare spazio anche a Peter Pan, Biancaneve, ecc.ecc.
Stupenda la parata animata che attraversa le vie centrali del parco verso le ore 16.00: La Bella e la Bestia, Il Re Leone, Pinocchio, sembra proprio di essere in una favola e anche i più grandi rimangono affascinati da questa sfilata.
Stanchi ma soddisfatti usciamo dal parco e, dopo aver ripreso Ettore al canile, ritorniamo al camper.
Usciamo dal parcheggio e ci fermiamo al distributore Esso che si trova proprio accanto ai cancelli d’ingresso, per €4,00 acquistiamo un gettone che ci permette di utilizzare il Camper Service che si trova all’interno del distributore, dove è consentito trascorrere anche la notte.

KM 0
Parcheggio € 13,00
Canile € 8,00
Ingresso parco € 178,00
CS € 4,00

4° giorno : 04 Settembre 2007 EURODISNEY – PARIGI

Appena alzati ci dirigiamo verso la caotica Parigi e verso le 10.30 raggiungiamo Place de la Concorde dove ci fermiamo nel parcheggio gratuito vietato alle auto e riservato solo a Bus e autocarri, che si trova vicino alla Senna e con una splendida vista della Tour Eiffel.
Un po’ increduli di aver trovato questa sistemazione, visti tutti i divieti che ci sono nei parcheggi di Parigi, decidiamo di trattenerci per un paio di giorni pernottando in questa splendida piazza.

Raggiungiamo a piedi la stazione più vicina della RER dove decidiamo di fare la Paris Visite, una tessera che ti permette di andare sulla RER, sul Metro’ e sui Bus delle zone del centro, senza limite di viaggi (costo per due giorni € 11,35 adulti, €6,35 ridotto), molto conveniente considerando che il biglietto singolo costa € 1,40 a testa per ogni corsa e che in questi due giorni ci sposteremo solo co questi mezzi.
Come prima meta scegliamo la vicina Tour Eiffel, ma la coda infinita per fare i biglietti e il divieto di acceso per i cani ci fanno cambiare subito idea.
Pranziamo al sacco negli splendidi giardini sotto la torre e dopo alcune foto di rito, ci dirigiamo verso il Trocadero.
Più tardi andiamo a visitare Notre Dame e poi, per la gioia di mia moglie e di mia figlia, le gallerie Lafayette.
Sette immensi piani di profumerie, vestiti di alta moda, articoli sportivi, calzature, prodotti gastronomici, ecc.ecc.
Dopo qualche immancabile acquisto abbiamo visitato la terrazza che si trova all’ottavo piano, dal quale si ammira un bel panorama della città.
Esausti ritorniamo al camper dove ci gustiamo una cenetta con vista Tour Eiffel illuminata.
Dopo cena approfittiamo per fare un giro notturno della città, ma questa volta in camper anche per cercare un distributore, visto che siamo in riserva.
MISSIONE IMPOSSIBILE : quasi tutti i distributori di notte sono chiusi e quei pochi aperti erano dentro parcheggi sotterranei e quindi non accessibile con il camper, pazienza ci penseremo domani.
Passiamo dal quartiere di Pigalle dove mio figlio (10 anni) strabuzza gli occhi alla vista di vetrine e manifesti un po’ spinti e “signorine “ sui marciapiedi poco vestite.
Ci facciamo due risate e, senza scendere, ritorniamo in Place de la Concorde, dove passeremo la notte.

KM 41
Paris Visite € 40,40

5° giorno : 05 Settembre 2007 PARIGI – VERSAILLES

Appena alzati decidiamo di lasciare Ettore in camper per qualche ora e di andare a visitare la Tour Eiffel.
La scelta si rivela azzeccata, infatti non c’è molta fila e in 10 minuti riusciamo a fare i biglietti (€ 11,50 adulti, 6,50 ridotti).
Spettacolo mozzafiato dalla cima della torre, specialmente per i nostri figli che non erano mai stati a Parigi.

Più tardi ci rechiamo all’Arco di Trionfo e dopo decidiamo di tornare al camper per il pranzo; nel pomeriggio visitiamo anche Montmartre e il Museo del Louvre.
In serata torniamo al camper per la cena per poi spostarsi presso il Camping Bois du Boulogne per un carico/scarico (€ 5,00).
A quel punto ci rechiamo verso Versailles dove pernotteremo davanti alla Reggia.
ATTENZIONE : Il parcheggio riservato ai bus e agli autocarri dove è possibile sostare (l’altro ha le sbarre) è gratuito, ma solo per la notte.
Infatti alle ore 08.30 scatta la tariffa giornaliera di € 53,00 !!

KM 106
Tour Eiffel € 41,00
Gasolio € 88,00
CS € 5,00
6° giorno : 06 Settembre 2007 VERSAILLES – ETRETAT

Ci alziamo verso le 8.00 e dopo un breve consulto decidiamo di non visitare la Reggia e i suoi giardini, anche perché io e mia moglie ci eravamo già stati e i figli hanno preferito altre destinazioni.
Ripartiamo in direzione di Etrètat che raggiungiamo verso l’ora di pranzo.
Oltre al parcheggio vicino al campo sportivo (che era pieno) ne troviamo un altro riservato esclusivamente ai camper a qualche centinaio di metri dal centro, proprio accanto alla Gendarmerie.
Pranziamo e nel pomeriggio ci apprestiamo a visitare questo piccolo borgo con le splendide falesie bianche che lo circondano.
Dopo una breve sosta all’ufficio del turismo dove troviamo alcuni depliant anche in italiano, andiamo verso la spiaggia e cominciamo a salire sulle falesie attraverso un percorso ripido e faticoso.

Il panorama è bellissimo e quelle scogliere a strapiombo sull’oceano ci lasciano a bocca aperta.
Ci fermiamo un po’ sulla spiaggia di ciottoli e dopo un po’ di riposo e una crepes ritorniamo al camper.
Ripartiamo da Etrètet e dopo aver attraversato il bellissimo ponte di Normandia (€5,00) avendo necessità di energia elettrica raggiungiamo l’area di sosta di Honfleur dove ci aspetta un maleducato e scontroso gestore.
I camper parcheggiati erano svariate decine con solo tre colonnine per l’allaccio alla corrente e quindi non è stato possibile fermarsi, inoltre l’area adibita al carico/scarico (adiacente ad alcuni camper posteggiati) rasentava il limite della decenza.
Decidiamo allora di spostarci di pochi chilometri e di raggiungere Deauville dove vicino al campo sportivo troviamo un’area riservata ai camper con allaccio alla rete gratuito ma con il carico/scarico fuori uso.
Decidiamo di pernottare qui insieme ad altri 6/7 camper, tutti stranieri.

KM 329
Ponte Normandia € 5,00
Autostrada € 4,30

7° giorno : 07 Settembre 2007 DEAUVILLE – ARROMANCHES – ST. JEAN LE THOMAS •
Ripartiamo da Deauville in direzione di Arromanches dove visitiamo il bellissimo museo del D-DAY ( € 22,00 3 adulti + 1 ridotto).
Qui troviamo una gentilissima signora che parla anche l’italiano e che ci spiega che la visita al museo è libera, ma che in due sale distinte verranno proiettate delle immagini storiche con commento in italiano.
Le immagini sono molto interessanti e bellissime dal punto di vista storico.
Terminata la visita al museo scendiamo nella vicinissima spiaggia teatro del porto artificiale costruito dagli alleati.

Qui, dopo oltre 60 anni troviamo ancora i resti di questa spettacolare opera, che era stata costruita per durare 60 giorni.
Approfittiamo per fare carico/scarico nel parcheggio gratuito per i camper(segnalato) per poi fermarsi per il pranzo.
Ci spostiamo poi verso Omaha Beach per andare a visitare il cimitero americano che chiude alle ore 18.00.
Arrivati al parcheggio (gratuito come l’ingresso al cimitero) entriamo e notiamo subito una sensazione irreale.
Migliaia di croci bianche miste a stelle di david, in prati verdi a dir poco perfetti e sullo sfondo quella famosa spiaggia dello sbarco che lascia intendere, essendo noi nella posizione dei bunker tedeschi, quello che possa essere successo in quei giorni.

Lasciamo questo luogo in completo silenzio e con gli occhi colmi di lacrime.
Ripartiamo in direzione di St. Mere Eglise dove, in ricordo del paracadutista rimasto impigliato nel campanile della chiesa, è stato messo un manichino con il paracadute.
Da qui ci spostiamo verso Mont Saint Michel fermandoci a pernottare vicino alla spiaggia di St. Jean le Thomas, un piccolo paesino da dove si ammira uno splendido panorama della baia e del monte.

Qui cominciamo a trovare la bassa marea che in serata ci permette di “entrare” nell’oceano a fare una passeggiata e a raccogliere un po’ di belle conchiglie.
Ci addormentiamo con la vista del monte illuminato che andremo a visitare domani.

KM 165
Gasolio € 72,00
Museo sbarco € 22,00

8° giorno : 08 Settembre 2007 ST. JEAN LE THOMAS – MONT SAINT MICHEL

Ripartiamo in direzione di Mont Saint Michel che raggiungiamo in circa 20/25 minuti.
Dopo una breve sosta per l’acquisto di baguette e alimentari ari, raggiungiamo il parcheggio del monte e paghiamo € 8,00 per 24 ore.
Visitiamo le vie gremite di turisti e di negozi fino alla torre, da dove si domina sull’oceano.

Pranzo al sacco e dopo un breve riposo e l’acquisto di qualche souvenir, un bel gelato e a passeggio intorno al castello.
La marea è molto bassa e quindi, ad eccezione di un piccolo fiumiciattolo che si è formato intorno al monte, si cammina sul fondo “asciutto” dell’oceano.
Ettore non sa più da che parte correre tanto sono vasti gli spazi che lo circondano e anche noi ci sentiamo piccoli piccoli.
Sono le 18.00 e tornati al camper decidiamo di approfittare del Camping a circa 2 km per effettuare carico/scarico (€ 2,70) e di usufruire della lavanderia (€ 4,30 per la lavatrice e € 1,80 per l’asciugatrice).
Verso le 19.30 ritorniamo al parcheggio vicino al monte per cenare e per passare la notte (il biglietto fatto la mattina vale per 24 ore).
Splendida cena con vista del monte illuminato e poi, dopo aver visto un dvd, tutti a nanna.

KM 41
PARCHEGGIO € 8,00
CS € 2,70
LAVANDERIA 6,10

9° giorno : 09 Settembre 2007 MONT SAINT MICHEL – CANCALE – ST. MALO’

Appena alzati ci dirigiamo verso Cancale, famosissima per l’allevamento delle ostriche.
Arrivati a Cancale cerchiamo un parcheggio vicino al centro e scendiamo per le vie del paese, molto carino e accogliente.

In pochi minuti dalla piazza principale scendiamo al porto e rimaniamo esterrefatti alla vista di decine di barche, alcune anche molto grandi in un mare completamente in secca e con l’acqua che era visibile a svariate centinaia di metri.

Sul porticciolo troviamo le bancarelle che vendono le ostriche e decidiamo di gustarcele in riva al mare.
Una dozzina di ostriche, limone e coltellino (€ 5,20) e ci sediamo sul muretto a gustarci questa prelibatezza.
Dopo questo piccolo antipasto decidiamo, visto la secca di scendere in mare a visitare l’allevamento e dove ci sono diverse persone a lavorare con auto e trattori.
Ritornati al camper pranziamo e ci riposiamo in attesa di ripartire, anche perché dalle tabelle delle maree che avevo scaricato da internet, il picco di alta marea per qual giorno risultava essere intorno alle 19.300/20.00.
Prima di lasciare Cancale decidiamo di ripassare con il camper dal porticciolo e SORPRESA : L’ALTA MAREA STA ARRIVANDO e quasi tutto il porto si era riempito di acqua con le barche che riprendevano vita.
Decidiamo di parcheggiare di nuovo per non perderci questo spettacolo e ne è valsa la pena.
Le barche che poche ore prima erano “accasciate” su un fianco stavano galleggiando in acqua e l’allevamento che avevamo visitato a piedi era sotto almeno 2 metri d’acqua.

Rimaniamo sul muretto del porto ad ammirare questo fenomeno per noi inusuale e dopo aver visto salire l’acqua di qualche metro, decidiamo di ripartire per St. Malò, che raggiungiamo verso l’ora di cena.
Arrivati a St. Malò ci fermiamo nell’unico parcheggio accessibile ai camper (gli altri hanno tutti le sbarre), nell’area vicino al porto dove si trova la partenza dei traghetti, che si trova a poche centinai di metri dal centro della città dei pirati.

KM 86
PARCHEGGIO € 5,00

10° giorno : 10 Settembre 2007 ST. MALO’ – CAP FREHEL – SABLE D’OR – CAROUAL

La mattina ci rechiamo a piedi verso il centro della città accompagnati da un forte vento freddo e sinceramente rimaniamo un po’ delusi da questa città che ci era stata descritta molto bella e accogliente.
Facciamo un giro lungo le mura della città per poi scendere in mare vista la bassa marea.
Un breve giro in centro e poi lasciamo St. Malò per raggiungere Cap Frehel.
Arrivati a Cap Frehel parcheggiamo nel parcheggio riservato ai camper ( € 2,00), dove è possibile rimanere anche per la notte (nessun servizio ad eccezione del fornaio che passa verso le 08.00).
Dopo pranzo scendiamo e visitiamo questo splendido luogo, accompagnati da un vento forte e da un panorama stupendo.

Dopo aver fatto il giro sulle falesie attorno al faro ci rechiamo a visitare il paese di Sable d’Or, dove troviamo una spiaggia immensa di sabbia fine e dorata dove passiamo un paio d’ore in completo relax.
Per la notte optiamo per la vicina area di sosta di Caroual dove per € 4,00 ti è concesso il parcheggio per 24 ore e per € 2,00 facciamo carico e scarico (anche qui la mattina alle ore 08.00 passa il fornaio con baguette e croissant !! ).

KM 66
PARCHEGGIO € 6,00
CS € 2,00

11° giorno : 11 Settembre 2007 CAROUAL – AZAY LE RIDEAU

Oggi a malincuore lasciamo questa splendida regione della Francia per avvicinarsi alla Loira, dove visiteremo diversi castelli.
Dopo alcune soste raggiungiamo nel pomeriggio Azay le Rideau, dove parcheggiamo nell’area riservata ai camper adiacente al castello.
La sosta è gratuita come lo scarico, mentre per il carico di acqua ed energia elettrica è necessario un gettone ( € 5,00 ) da ritirare presso il Camping Municipale adiacente.
Decidiamo di visitare il castello (€ 7,50 adulti, gratis fino a 18 anni) e dove ci è permesso di entrare senza problemi con il cane, come in tutti i castelli che visiteremo.

Arriviamo intorno alle ore 17.00 e facciamo appena in tempo ad entrare, perché il castello chiude alle ore 18.00, ma l’ingresso è consentito fiono alle 17.15.
Una volta dentro puoi rimanere nei giardini anche dopo l’orario di chiusura del castello.
Visitato il castello e i suoi giardini facciamo un breve giretto nel centro di questo piccolo paese, per poi recarci al camper per la cena.

KM 376
GASOLIO € 75,00
INGRESSO CASTELLO € 15,00

12° giorno : 12 Settembre 2007 AZAY LE RIDEAU – RIGNY USSE’ VILLANDRY –ANGE

La mattina ripartiamo da Azay le Rideau per visitare il vicino castello di Rigny Ussè, quello che ha ispirato la favola della Bella Addormentata nel bosco.
Qui ci aspetta la prima sorpresa, infatti a differenza dell’altro castello qui pagano anche i ragazzi ( € 4,00 a testa ) e gli adulti ( € 12,00 a testa), per un totale di € 32,00; non pochi, ma ormai siamo lì e decidiamo di entrare.
Il castello,come i suoi giardini è molto bello, inoltre è possibile visitare anche la cappella, le cantine e le sellerie, dove troviamo carrozze e selle dell’epoca.

Nel castello oltre alle solite stanze arredate, i letti a baldacchino e ai bellissimi quadri, c’è la torre dove all’interno si rivive la favola della Bella addormentata nel bosco, con il Principe e la strega cattiva.
Ci fermiamo nel vicino parcheggio per il pranzo, per poi recarci a Villandry, che dista circa 20 da qui.
A Villandry, famosa soprattutto per i suoi splendidi giardini, optiamo per visitare solo quelli e non il castello (€ 5,50 adulti – € 3,50 ridotti).
I giardini effettivamente valgono il prezzo del biglietto e solo vedendoli si può rendersi conto di tanta meraviglia.

Ci avviamo seguendo il percorso consigliato nel depliant (in italiano ) trovato all’ingresso, fino a salire in una zona più alta dei giardini, da dove si riescono a vedere quasi per l’intero.
Ci sono fiori con colori quasi irreali da quanto sono belli, orti, frutti, verdure, giardini ad acqua, labirinti e giochi per bambini, oltre a numerose panchine dalle quali ammirare questo capolavoro.
Intorno al castello c’è un fossato con numerosi pesci che seguono le persone con la bocca aperta, come fossero degli uccellini, in attesa di qualche pezzo di mollica.
All’uscita ci fermiamo dove ci sono molti souvenir, per poi tornare al camper.
A questo punto decidiamo di avvicinarci a Chenonceau, che visiteremo domani e ci rimettiamo in cammino.
Durante il tragitto ci fermiamo per fare rifornimento vicino ad un Super U, dove scendiamo per alcuni acquisti.
Per la notte optiamo per l’area di sosta di Angè (segnalata), dove troviamo carico, scarico e 220 volt completamente GRATIS.
Ci sono diverse colonnine, ma per quelle rimaste libere è necessario avere l’adattatore francese, altrimenti niente corrente.
Ci sistemiamo in un angolo del prato (siamo all’interno di un piccolo campo sportivo e ci sono ancora le porte) e attaccata la presa elettrica ci prepariamo per la cena, per fare carico e scarico al mattino seguente.

KM 104
GASOLIO € 51,00
INGRESSO CASTELLI € 50,00

13° giorno : 13 Settembre 2007 ANGE’ – CHENONCEAU – DOLE

Lasciamo l’area e in pochi minuti raggiungiamo il castello di Chenonceau, che è molto più grande di quelli che abbiamo visitato e con il fiume che gli passa proprio sotto.
Lasciamo il camper nel parcheggio riservato (gratuito come in tutti gli altri castelli visitati), ed entriamo nel castello ( € 9,50 adulti – € 7,50 ridotti).

Un lungo viale alberato separa l’ingresso dal castello che raggiungiamo in pochi minuti.
Qui c’e’ la possibilità di prendere l’audioguida in italiano, ma optiamo per la visita libera con depliant, sempre in italiano.
Il castello è immenso con innumerevoli stanze da letto, saloni, corridoi immensi e una cucina da far invidia ai migliori ristoranti attuali.
Per circa un’ora e mezzo ci perdiamo nelle stanze del castello, per poi visitare i giardini, belli, ma niente a che vedere con quelli di Villandry.
Qualche foto e poi ci rechiamo al camper per il pranzo.
Dopo un po’ di riposo e visto che domani sera dobbiamo rientrare a casa, decidiamo di lasciare la Loira per avvicinarsi al confine con l’ Italia.
Viaggiamo tutto il pomeriggio per arrivare verso l’ora di cena vicino a Dole, dove passeremo la notte nel parcheggio dello stadio (gratuito, ma nessun servizio).

KM 441
INGRESSO CASTELLO € 34,00
AUTOSTRADA FRANCESE € 4,10

14° giorno : 14 Settembre 2007 DOLE – LOSANNA – PISTOIA

Anche per il ritorno decidiamo di passare attraverso la Svizzera, dove ci fermiamo a Losanna per il pranzo e per alcuni acquisti.
Il pomeriggio è tutto dedicato al viaggio, con diverse soste per mangiare, rifornimenti, ecc.ecc.
Raggiungiamo Pistoia verso le ore 21.30 e prima di scendere stiamo già parlando della prossima meta : Corsica ? Spagna ? Vedremo con calma.

KM 716
GASOLIO € 60,00
AUTOSTRADA ITALIANA € 22,70

CONSIDERAZIONI FINALI :

Per quanto riguarda la viabilità sicuramente in Francia non conviene assolutamente l’autostrada (indicata con i cartelli blu e non verdi come da noi) anche perché si trovano spesso strade statali o autostrade gratuite che viaggiano parallele o quasi e con limiti che oscillano tra i 90 e i 110 km/h.
Il gasolio conviene molto presso i centri commerciali (Super U, Intermarchè, ecc.) dove si può trovare una notevole differenza di prezzo ( € 1,05 contro € 1,18/1,20 al litro).
Le aree di sosta e i Camper Service sono moltissimi, così come i Camping Municipal, che sono molto economici rispetto a quelli italiani.
Sicuramente una gita da consigliare !!!
x info e/o chiarimenti se volete potete scrivermi all’indirizzo : marcolucche@yahoo.it