Pasqua 2004 in Baviera

Racconto di viaggio in Germania

8 aprile 2004

Alle 17.50, con 10 minuti di anticipo rispetto al previsto, partiamo da casa e ci dirigiamo al casello di Modena sud per prendere l’A1.
Facciamo €54,00 di gasolio prima di entrare in autostrada, facciamo un pezzo di A1 poi ci immettiamo sulla A22 del Brennero.
Verso le 19.45, passata Verona, ci troviamo sotto un bell’acquazzone, ma decidiamo di proseguire ancora un poco prima di fermarci per cena.
Alle 20.40 sostiamo all’autogrill Paganella est, subito dopo Trento, per una cena veloce e per fare un poco “sgranchire” Ira. Infatti, alle 21.30 siamo di nuovo in strada, con le bimbe ben coperte nei sacchi a pelo nella dinette trasformata a guardare Harry Potter 2 in tv finchè non dormono profondamente.
Alle 22.30 ci fermiamo all’ultima area di servizio prima del confine, dove facciamo di nuovo gasolio (€40,00) e compriamo anche la vignette per l’autostrada austriaca valida 10 giorni (€7,90).
Alle 24.50 circa, ci fermiamo per dormire in un’area di servizio autostradale circa 30km. prima di Monaco di Baviera (holtkirchen nord).

9 aprile 2004

Ci svegliamo verso le 7.00, ma ce la prendiamo comoda e ripartiamo solo alle 8.30 dopo avere “rifatto” la dinette e consumato una buona e abbondante colazione.
In breve siamo a Monaco e parcheggiamo il camper poco lontano da casa di Renate e Franz, due amici di famiglia di vecchia data, che abitano in una bellissima e tranquilla zona residenziale e che non potevamo non passare a salutare. Stiamo un poco con loro, poi andiamo a prendere la metro (compresa Ira) alla fermata di Michelsteein, cambiamo linea a Odeon Platz e in poco tempo ci troviamo in MarienPlatz. Purtroppo sono le 11.20 e per un pelo abbiamo perso l’animazione del celebre orologio.
Giriamo comunque il centro storico in lungo e in largo, peccato ci siano tutti i negozi chiusi (qui in Germania il venerdì Santo è festa) perché l’abbigliamento per bambini costa meno che in Italia.
Alle 13 pranziamo proprio in MarienPlatz in una Gasthof con tavoli anche all’aperto (niente problemi con Ira in questo modo) e i camerieri in costume tipico bavarese (€31,20 in quattro con 2 menu’ bambini) poi giriamo ancora un poco, andiamo a vedere l’Archivio di Stato dove Pietro fece uno stage qualche anno fa, facciamo una bella passeggiata nel parco e alle 15, dato che appunto è Venerdì Santo, entriamo un poco in chiesa, poi riprendiamo la metro, salutiamo di nuovo i nostri amici della famiglia Fischer, e alle 16.40 ci rimettiamo in marcia.
Prendiamo la A9 fino a poco prima di Norimberga (gasolio €48,62) poi la A6 verso Ausbach.
Alle 19.30 siamo a Rothemburg, le due aree per camper davanti alla torre Spittal sono piene (anche perché c’è chi si è messo un po’……..largo…….!!!!) ma riusciamo a trovare un posticino alla bell’e meglio.
Chiedo a dei camperisti veneti (mi pare) se gentilmente mi cambiano le monete per il parcometro e quindi vado a pagare i miei €6,00 per 24h.
Ceniamo, facciamo una partita a Paroliere e poi tutti a nanna al calduccio (con la stufa accesa, anche se bassa).

10 aprile 2004

Sveglia alle 8, colazione. Scarichiamo quindi le bici e prendiamo la pista ciclabile per fare il giro delle mura e poi entrare in città. Fa freddo e dobbiamo metterci i guanti. Camilla ha ancora qualche problema nel governare la bici che le abbiamo regalato a fine marzo per il suo compleanno, però sta migliorando, stavolta riesce anche a fare un poco di discesa.
Entriamo quindi in città e visitiamo la Chiesa Luterana di St. Josef poi non possiamo resistere al famoso negozio di Kate Wolfhart da dove usciamo con €125 in meno, spesi in acquisto di addobbi natalizi e pasquali.
Tornando al camper compriamo dal macellaio un gustoso assortimento di “leberwurst” con cui pranziamo.
Mentre io preparo il pranzo e dopo, mentre lavo i piatti, Pietro ricarica le bici. Dopo pranzo, scarichiamo tutto quanto dobbiamo e poi partiamo, riprendendo la A7 verso Ulm.
Alle 15.15 ci fermiamo in un’area di parcheggio dove vediamo il Bologna che dopo 28 giornate di campionato fa ottenere all’Ancona la 1^ vittoria della stagione!!!! Due ore sprecate!!!!! Alle 17 ripartiamo.
Ci fermiamo subito fuori dell’autostrada in un Penny Market dove compriamo pane, latte, birra e altre cose (€20,70) poi facciamo anche gasolio (€47,00) e finalmente alle 20.15 siamo nel parcheggio dell’abbazia di Andechs, ma purtroppo il ristorante dei monaci è già chiuso, quindi ripieghiamo sulla taverna greca a fianco del parcheggio (dove però per fortuna fanno anche le cotolette per le bimbe) e ceniamo (€43,00) poi andiamo in camper, le bimbe dormono quasi subito e noi guardiamo un pochino di TV.

11 aprile 2004

Pasqua. Sveglia alle 7.30 perché ci hanno detto che alle 9.30 su al monastero c’è la Messa. Per prima cosa Pietro cambia la bombola del gas che alle 6.00 ci eravamo accorti essere finita (ma chissà perché le bombole finiscono sempre di notte????) Facciamo colazione e saliamo all’abbazia, ma la Messa non c’è. Allora ci rechiamo al paese più vicino (Herrsching) dove alle 10.30 dicono Messa, e alla fine della quale il parroco regala a tutti i bimbi (comprese le nostre) delle uova soda benedette e dal guscio dipinto.
Torniamo quindi all’abbazia per pranzare al ristorante dei monaci (€58,00 VISA) dove scopriamo che a Carolina piace la gulaschsuppen. Quindi andiamo nel negozio e compriamo un “kit di assaggio birre” che consiste in 7 bottiglie da 66cl. per €12,00.
Decidiamo quindi di muoverci, percorrendo però la strada statale fino a Fussen, dove arriviamo verso le 16.
Entriamo nell’AA, facciamo subito le operazioni di CS poi ci sistemiamo. Purtroppo Carolina ha un poco di febbre e quindi non possiamo fare il giro in bici che avremmo voluto. Scatta invece una grande partita a “Paroliere”, poi dopo cena le bimbe guardano il cartone Spirit in tv col babbo mentre io leggo un libro, quindi tutti a nanna.

12 aprile 2004

Sveglia con comodo alle 9. Bussa la signora che gestisce l’AA per riscuotere il pagamento (€12,00 per 4 persone + camper + CS + luce) quindi ci muoviamo verso i castelli di Ludwig (per fortuna abbiamo scaricato ieri sera perché ora c’è la fila!!!). Parcheggiamo dove ci indicano e decidiamo di NON entrare nei castelli (per farlo dovremmo lasciare Ira in camper) e quindi con la navetta (E5,40 Ira compresa) saliamo, guardiamo il castello dal Marienbrucke e poi anche da sotto e scendiamo a piedi attraverso il bosco dove c’è ancora la neve per terra.
Paghiamo il parcheggio (€6,00 per 2 ore e mezza!!!!!!!!!) poi alle 12,20 ripartiamo imboccando il bivio per Reutte e trovandoci poi su di una bellissima superstrada in mezzo alle Alpi. Alle 12,30 siamo in Austria. Alle 13.40 ci fermiamo per pranzo in una Gasthof proprio in cima al Fernpass dove c’è ancora molta neve (€37,60) poi alle 14,20 ripartiamo verso Innsbruck.
All’area di servizio Paganella verso Trento facciamo gasolio (€42,00) poi ci diamo il cambio alla guida, sono le 17,08. Troviamo un poco di traffico, ma nemmeno tanto, mentre vediamo che nel senso contrario sono fermi………..!!!! Alle 19.50 sia