Consigli pratici per l’isola di smeraldo

Racconto di viaggio in Irlanda

Dopo aver usufruito dei vari itenerari presenti sul sito, eccomi qui a dare il mio piccolo contributo a chi ne è interessato.
Il mio non sarà un racconto del tipo primo giorno fatto questo questo e questo, secondo giorno… non tanto perché non credo siano utili ma quanto perché credo l’irlanda sia una nazione da cogliere ora x ora senza troppo pianificare.
Quindi eccovi alcuni consigli che spero vi tornino utili.

Viaggio in Irlanda dal 27/05/2005 – 04/06/2005 (9 giorni)

Volato con Ryanair
andata Bergamo-Shannon
ritorno Dublino-Londra + Londra-Bergamo
Ho scelto Shannon così da poter attraversare l’Irlanda da ovest a est senza dover ripercorrere strade al contrario.
Costo totale dei voli circa € 105,00 a testa (ah dimenticavo eravamo in due, io e mia moglie Chiara, anche perché se non la nomino verrò ucciso).

Abbiamo dormito nei bed and breakfast, ottime soluzioni da consigliare a tutti.
I prezzi variano da € 25,00 a € 30,00 per persona compresa spettacolare colazione.
Io avevo prenotato le strutture dall’italia tramite il sito www.goireland.com e www.townandcountry.ie entrambi convenzionati con il servizio turistico nazionale irlandese quindi super affidabili.
Se non andate nei mesi di luglio e agosto comunque si può fare tranquillamente a meno di prenotare visto l’enorme numero di strutture presenti in tutto lo stato e nel periodo in cui noi siamo rimasti vi erano molte soluzioni con il cartello vacancy (libero).

Auto presa a noleggio tramite il sito www.irishcarrentals.com risultato il più economico tra tutti.
Hanno auto appena più vecchie rispetto ai classici car rental, ad esempio la nostra aveva sui 20.000 km, ma non si può chiamare vecchia un auto con quel kilometraggio!
Spesa per 7 giorni di noleggio € 180,00, in più ho aggiunto l’assicurazione kasco quindi spesa finale di € 222,00.
Capitolo guida a sinistra. Tanto rumore per nulla, dopo mezz’ora il problema non esiste più. Solo agli incroci bisogna fare un attimo mente locale comunque non si può chiamare problema.

Luoghi per noi unici e che da soli valgono il viaggio in Irlanda. (sempre a nostro modestissimo parere)

Primo su tutti Galway, cittadina capoluogo del Connemara, imperdibile per l’atmosfera giovane, musicale e sempre festosa presente essendo città universitaria. Almeno due giorni bisogna perderli per viverla fino in fondo, non tanto per le cose da vedere quanto per mischiarsi con la popolazione locale e vivere da irlandesi.

Le cliff of moher (scogliere), posto ultra turistico ma unico al mondo non si può saltare. Sono a sud di Galway.

Tutto il Connemara è splendido, ovunque vi fermiate respirate la vera Irlanda, infatti qui è più diffuso il gaelico che l’inglese. Da ricordare Clifden paese a circa un’ora a ovest di galway e molto particolare e vivace. Tutte le spiagge a sud di Clifden sono spettacolari in particolare vicino alla località di Roundstone c’è la dog’s bay… da togliere il fiato.

Lasciando il Connemara imperdibile è il ring of kerry, una strada ad anello che parte e ritorna nella graziosa ma troppo turistica cittadina di Killarney.
Percorrere il ring of kerry impiega una giornata ma potrebbe portarvi via un mese se vi lasciate incantare da tutti i paesi che si incontrano, gli scorci, i paesaggi, le gole, il mare, ecc…
All’interno dell’anello devo menzionare il paesello di Waterville, posto di cui Chiara si è innamorata letteralmente. Si tratta di un gruppo di villette colorate sull’oceano, con annessa spiaggia sabbiosa e splendida passeggiata a mare. E’ un luogo di pace assoluta, veniva qui in vacanza Charlie Chaplin (presente una sua statua sul lungomare).

La cittadina di Kilkenny, a un’ora e trenta di auto da Dublino è spettacolare, il castello medievale che la domina è unico e splendido. Si possono fare piacevoli passeggiate per il centro storico del paese e perdersi nelle strette vie presenti.

Capitolo a parte per Dublino. Bastano un paio di giorni per visitarla e dopo essere stati 7 giorni in giro per l’irlanda viene da chiedersi se si è ancora su quest’isola.
E’ la classica città europea frenetica stile Londra. Consiglio di visitare prima Dublino poi partire per la vera Irlanda, facendo il contrario come noi si rimane un delusi e soprattutto spiazzati dal caos.
Comunque è una città giovane e piacevole, il suo lato medievale ormai è sparito, da visitare il guinnes storehouse. La zona degli artisti di Temple Bar è carina fino ad un certo orario (le 20.00) poi è in mano a gente ubriaca (provate ad immaginare la nazionalità di quelli più casinisti e ubriachi? Siamo sempre noi!!!). Insomma Dublino 2 giorni e via!

Per il mangiare consiglio i pub presenti ovunque anche nei paesi di 4 case in croce. Noi abbiamo mangiato sia pranzo che a cena nei pub, la spesa è di circa € 10,00 a testa con un piatto principale (pesce o carne o panini o insalatone o l’immancabile zuppa del giorno) e una birra. La roba è sempre freschissima e genuina ovunque.
La birra in Irlanda è per chi come me appassionato di tale bevanda, un’esperienza unica.
Come detto da tutti ma da ripetere la Guinness bevuta là è un’altra bevanda rispetto a quella bevuta da noi. La rossa Kilkenny è semplicemente perfetta. La bionda Harp, leggera e poco alcolica si berrebbe tutto il giorno. Insomma il paradiso per i birrofili come me.

La guida usata per il viaggio e da me considerata una bibbia è la Lonely Planet.

Il viaggio di per sé arricchisce ma se fatto con chi ami allora diventa pura esperienza di vita quindi
voglio ringraziare mia moglie Chiara splendida compagna di viaggio e di vita.

Sperando di essere stato utile a qualcuno vi saluto e vi ringrazio.

Cristiano.