Miami, La città più bella

Racconto di viaggio Stati Uniti

Miami…che dire la città più bella che io abbia mai visto!! I suoi lunghi viali alberati, la passeggiata lungo l’Oceano, il clima caraibico, le palme, la moltitudine di razze che la caratterizza dai bianchi ai sudamericani dai caraibici agli asiatici… qualcosa che difficilmente dimenticherò!!

Appena arrivati in aeroporto prendiamo al noleggio della Hertz la nostra Mithsubishi Lancer che ci accompagnerà per tutto il nostro viaggio ….. ci addentriamo nella zona di Little Havana e subito ci perdiamo; girovaghiamo un po’ma presto ritroviamo la strada e ci dirigiamo verso Miami Beach, nel quartiere Art Déco dove si trova il nostro albergo. Il personale dell’hotel è quasi tutto d’origine caraibica e sudamericana, lo spagnolo è la lingua ufficiale seguito a ruota dall’inglese.

Ocean Drive

La cosa che mi ricordo con maggiore entusiasmo è la prima colazione fatta in un locale lungo Ocean Drive, la strada più famosa di Miami, da un lato la distesa di sabbia con l’Oceano e dall’altra una lunga serie di edifici Art Déco, hotel, bar, ristoranti e negozi ognuno con un suo particolare stile architettonico. Se vi capita di andarvi uscite la mattina verso le ore 9.00 quando il caldo è ancora sopportabile e quando la gente ancora dorme e gustatevi il panorama e la pace che questo posto diffonde; se desiderate il caos e il divertimento andateci verso sera, la strada e i locali si animeranno di gente giovane e bizzarra, di macchine extra lusso e di musica assordante. La sera del Memorial Day (per loro festa nazionale) alcuni poliziotti (uguali ai chips) erano impegnati a multare gli automobilisti troppo rumorosi ….. dagli impianti stereo montati nei bauli delle loro auto uscivano canzoni rigorosamente hip hop e R&b a livelli di volume veramente esagerati tali da far vibrare i vetri dei locali circostanti.

Muoversi a Miami in auto è necessario, prima abbiamo visitato la zona di Miami Beach, abbiamo visto il famoso trompe l’oeil dell’hotel Fontainebleau, la zona del Lincoln Road Mall zona pedonale ricca di negozi e locali, un’alternativa a Ocean Drive e poi ci siamo buttati lungo la costa, abbiamo attraversato uno dei tanti ponti e ci siamo spinti verso Bayside Marketplace dove abbiamo fatto con il motoscafo “il tour delle ville dei personaggi ricchi e famosi” ….. che dire…… ne vale davvero la pena ….. ville immense e bellissime che si affacciano sulla baia di Miami, dalle residenze di Liz Taylor a Sylvester Stallone, da Vanilla Ice a Al Capone da Tommy Mottola a Tom Cruise. Tornati a Bayside non ci siamo lasciati scappare una capatina all’Hard Rock Cafè e al suo negozio di gadgets, (inconfondibile la mega chitarra attaccata sul tetto dell’edificio) abbiamo poi girato tra le bancarelle e i negozietti di questo divertente luogo e ci siamo rilassati al vicino Starbucks!!

Un’altra visita piacevole è stata al Coconut Grove Village nella zona di Coral Gables … peccato che il tempo quel giorno fosse nuvoloso e piovoso. La zona è molto tranquilla e piena di viali alberati chiamata la “magnifica città” è una zona a sé stante di Miami, ricca di belle residenze e di palazzi lussuosi. Abbiamo visitato il centro commerciale all’aperto, il Cocowalk e ci siamo gustati un mega hamburger al piano superiore dell’edificio, da Hooters … il famoso hooters dei telefilm americani ….. presente un po’ ovunque qui a Miami.
Il nostro viaggio è proseguito poi verso Palm Beach

…Sotto una pioggia battente arriviamo a Palm Beach, poco più a nord di Miami e qui perdiamo parecchio tempo alla ricerca di un albergo; costeggiamo l’Oceano e troviamo soprattutto ville extra lusso, campi da golf e l’imponente “The Breakers” con annesso parco e vetturine da golf che trasportano i golfisti da una buca all’altra Ci diciamo che il “The Breakers” è un pò troppo caro per le nostre tasche e ripartiamo con la ricerca.
Palm Beach è una località molto raffinata, caratterizzata da edifici in stile spagnolo-moresco, negozi lussuosi e tantissime gallerie d’arte; visitando le vie centrali ci si ritrova spesso in cortili interni con splendide sculture e fontane…la giornata passa così in giro a zonzo x questa cittadina dopo aver trovato finalmente un albergo per la notte….inutile dire che gli unici turisti italiani in giro siamo noi. Attraversando il ponte levatoio sopra al Lake Worth si trova West Palm Beach centro commerciale della contea di Palm Beach, qui lo scenario cambia completamente non più basse palazzine in stile moresco e signori bianchi di mezza età ma grattacieli e uomini d’affari di tutte le razze. Il nostro soggiorno a Palm Beach dura una sola giornata, la sera ceniamo in un tranquillo ristorantino all’aperto circondato da palme e il giorno seguente ripartiamo per Cape Canaveral: scopo la visita al Kennedy Space Center !!

Il Kennedy Space Center è la sede della NASA (National Aeronautics and Space Administration), si trova in un immenso parco naturale abitato da tantissime specie di animali … tra i vari, abbiamo visto un piccolo alligatore e un formichiere che gironzolavano tranquillamente ai bordi della strada.
Pagato l’ingresso…ovviamente non del tutto economico anzi diciamo pure una ladrata!!! ….(durante il tour abbiamo scoperto che i soldi nelle casse della Nasa scarseggiano e da qualche parte li devono pure prendere alla faccia di noi poveri turisti!!!), proseguiamo con il tour in bus, aria condizionata e una guida nera monumentale che con la sua voce ci trapassa i timpani … che sofferenza, ci addentriamo nel parco e visitiamo le varie stazioni dal “giardino dei razzi” al “centro di lancio”, dal “palazzo di monitoraggio dei veicoli” ai “trampolini di lancio” e per finire visitiamo il Centro Apollo-Saturn V. E’ in questo modo che passa la giornata, verso metà pomeriggio decidiamo che è giunta l’ora di dirigerci verso Orlando, un paio di ore forse anche meno e arriviamo a Orlando con una fifa tremenda di non trovare il nostro albergo già prenotato dall’Italia e invece subito dopo l’uscita dalla Highway lo vediamo!!

di Chiara
[print-me target=”#post-%ID%”]