Viaggio di nozze fai da te

Racconto di viaggio in Polinesia

Ciao siamo Rossella e Antonio e il I° di Maggio 2004 siamo convolati a nozze.
Dopo un’attenta valutazione dei pro e contro, decidiamo che il nostro viaggio di nozze sarà  all’insegna del fai da te. Partiamo stravolti dagli eventi in data 3 maggio 2004 destinazione Polinesia francese, tour dell’arcipelago della società (Tahiti, Moorea, Huahine, B.Bora) e arcipelago delle Tuamotu (Rangiroa), durata del viaggio 3 settimane, meta classica, svolgimento insolito.

Acquistiamo il volo intercontinentale presso l’agenzia viaggi di fiducia costo circa 1500 euro a testa (Verona-Monaco-LosAngeles-Papeete) mentre tutto il resto è organizzato da noi via internet (www.tahiti-tourisme.it) e con l’aiuto insostituibile della guida Tahiti e la Polinesia francese della Lonely Planet.
Il volato interno lo acquistiamo direttamente all’Air Tahiti (www.airtahiti.pf) in quanto in agenzia costa molto di più; abbiamo fissato i voli interni e acquistato il Pass Tuamotu a 48.000 CFP a testa e all’arrivo a Tahiti abbiamo ritirato in aeroporto il carnet dei biglietti già pronti. Il servizio di Air Tahiti è davvero efficiente e in caso di cambi o modifiche voli, sono molto elastici.
Attenzione al peso del bagaglio a mano sono fiscalissimi, sopratutto Air Moorea. Non si possono portare più di 2 kg a testa per problemi di spazio in cabina. In realtà uno zainetto di dimensioni normali viene fatto passare ma non tenete macchine fotografiche o telecamere separate altrimenti conteranno quelle come bagaglio a mano e vi faranno pagare il peso dello zaino. Tenete presente che per i sub ci sono 10 kg in più di franchigia bagaglio per cui fatelo sempre presente al desk del check-in per non trovarvi a pagare spiacevoli tasse extra.

Diario di viaggio in Polinesia

3 MAGGIO : Verona – Monaco, Monaco – Los Angeles, compagnia aerea AirDolomiti + Lufthansa.
Fate attenzione ai voli, anche se la compagnia vi garantisce la short connection tra il Verona-Monaco-Los Angeles non fidatevi. Il Verona-Monaco delle 09.00 del mattino è perennemente in ritardo (lo abbiamo saputo in aeroporto) e anche se prenderete il volo intercontinentale correndo come pazzi come abbiamo fatto noi, è certo che le valigie resteranno a terra e arriveranno a LA con il volo successivo che è il giorno dopo. Se poi non avete intenzione di rimanere almeno qualche giorno a LA passerete il tempo a farvi rincorrere dalle valigie e non è davvero il massimo.
A Los Angeles facciamo un paio di notti per sfusare un pò … Visita di un giorno intero, che è il minimo indispensabile, agli Universal Studios (sono veramente bellissimi), visita guidata della città e relax sulla spiaggia di Santa Monica dove abbiamo fatto la conoscenza di una bellissima foca anche lei sulla spiaggia per riposarsi. Se volete muovervi in libertà esiste una rete di autobus a basso prezzo che vi porta ovunque con meno di un dollaro che si chiama Blue bus (la riconoscete perchè tutti gli autobus sono di colore blu) esistono cartine dettagliate come quelle della metro con orari e destinazioni e i biglietti si pagano al conducente.
Los Angeles è davvero enorme e a meno che non abbiate tanto tempo a disposizione vi consigliamo tour organizzati (ogni albergo anche piccolo è in contatto con qualche agenzia cittadina) vi vengono a prendere e vi riportano in albergo a prezzi abbastanza accettabili, ad esempio il tour di LA con ingresso agli Universal Studios e visita notturna della città costa circa 90 $ ricordate che tutti i prezzi sono sempre senza le tasse che variano dal 6 al 10% in base al tipo di servizio.
L’albergo che abbiamo scelto è della catena Travelodge (www.travelodge.com) il prezzo è di circa 60 $ a camera in B/B e il rapporto qualità/prezzo è accettabile.
Dall’aeroporto esistono taxi privati ma molto costosi e anche una organizzatissima rete di trasporti privati che ti portano ovunque per 14 $ a persona e 21$ in totale se viaggiate in due (www.coastshuttle.com)

TAHITI

5 MAGGIO : TAHITI 2 notti. Hotel Le Mandarin 16000 CFP a camera a notte in solo pernottamento. Il Transfer da e per l’aeroporto che vi possono organizzare loro 1250 CFP a testa a tratta. L’albergo è in centro a Papeete, pulito con buon rapporto qualità/prezzo, l’unico problema è che a 50 mt c’è una discoteca/night che è aperta tutta notte e considerato anche il fuso orario (12 ore indietro) se non vi chiudete in camera con l’aria condizionata non dormirete tutta notte. La cosa buona è che siete in pieno centro e che potrete visitare a piedi le sole cose belle da vedere, il municipio che è giusto di fronte all’albergo e il mercato coperto che è dietro l’angolo.
Tahiti non merita davvero molto tempo e un giorno intero in automobile vi permetterà di visitare tutta l’isola con soste per fare il bagno comprese. Tutte le cose belle da vedere sono sull’unica strada che costeggia l’isola per cui non vi perderete nulla. Un bagno sulla spiaggia nera che collega Tahiti Nui con Tahiti Iti può valere la pena. L’auto l’abbiamo noleggiata alla Europcar vicino all’albergo per circa 9000 CFP al giorno. Esistono sull’isola anche altre agenzie di noleggio auto ma questa al momento era la meno cara. Ricordate sempre che in Polinesia il giorno è mediamente di 12 ore di sole e 12 di buio per cui considerate che il tramonto comincia alle 17.30 circa e già dopo le 18.30 è buio, per cui conviene alzarsi molto presto il mattino per poter godere di tutta la luce disponibile.

MOOREA

7 MAGGIO : MOOREA 3 notti. Siamo alloggiati all’ Hotel Club Bali Hai (www.clubbalihai.pf) situato nella splendida baia di Cook il prezzo è di 17750 CFP per notte in bungalow spiaggia, il transfer da/per aeroporto è di 2000 CFP a testa a tratta. Albergo davvero molto bello in stile polinesiano con solamente una ventina di bgw. Suggeriamo di verificare la dislocazione dei bgw in quanto alcuni sono confinanti alla strada e davvero troppo rumorosi. Moorea come tutte le isole della società è una splendida isola vulcanica che merita di essere visitata sia via terra (Albert rent-a-car 7000 CFP al giorno esattamente di fronte all’albergo) per gustare le bellezze della montagna (visitate il belvedere) che in barca per fare una bellissima escursione tra pesci coloratissimi e squali e fare un bagno nelle acque meravigliose della laguna. Escursioni in barca disponibili direttamente dal molo dell’albergo 6000 CFP a testa compreso pranzo a pic-nic. Per pasti alternativi e spartani consigliamo le immancabili roulottes dove si mangia sandwiches con ottimo pesce o carne tutti cucinati rigorosamente ai ferri per circa 1250 CPF a testa. Come in tutta la Polinesia anche a Moorea praticamente non esiste trasporto pubblico affidabile per cui è sempre opportuno rendersi indipendenti noleggiando 2 o 4 ruote altrimenti si rischia di restare bloccati in albergo.

HUAHINE

10 MAGGIO : HUAHINE 3 notti. Siamo alloggiati al Fare Maeva (www.fare-maeva.com) al prezzo di 9000 CFP a notte in B/B compreso il transfer da e per l’aeroporto. L’alberghetto è vicino all’aeroporto ha una bella vista sulla scogliera, non ha spiaggia ma una bella piscina mentre i bgw sono piuttosto squallidi e decisamente anonimi. L’albergo offre anche pacchetti con prezzi speciali inclusa l’auto a noleggio che vi suggeriamo perchè come al solito si rischia di restare a piedi e isolati. Anche qui facciamo il tour in piroga con shark-feeding e pic-nic su motu a 7500 CFP a testa (www.huahine-nautique.com) bellissima esperienza che vi consigliamo, la laguna di Huahine è davvero molto bella e potrete vedere le caratteristiche tre tonalità di blu della laguna, la guida è simpatica e molto preparata. Per i pasti ci sono le solite roulottes al porto alle quali ci siamo affezionati dove si paga sempre più o meno la stessa cifra 1000-1250 CFP e si mangia benissimo.
Anche qui il giro dell’isola è necessario e un giorno è sufficiente, andate a vedere le anguille sacre, sono decisamente molto brutte ma sono un’attrattiva della quale vanno fieri. L’isola è decisamente molto piccola ma molto bella e tre giorni sono il tempo giusto per gustarsela senza annoiarsi.

BORA BORA

13 MAGGIO : BORA BORA 4 notti. Hotel Top Dive Resort (www.topdive.pf) 22185 CFP per camera per notte in B/B compreso transfer a/r . Situato a Vaitape che è anche l’unico porto dell’isola, non ha una spiaggia ma una bellissima piscina e 9 bgw davvero molto accoglienti, offre inoltre un ristorante di ottima qualità e un servizio diving per i sub davvero impeccabile. Le spiagge più belle dell’isola sono a Punta Matira una piscina naturale immensa con acqua bassa per centinaia di metri che dista circa 10 km dal porto di Vaitape, la si può raggiungere con un bus che parte da Vaitape ogni 30 min circa per 400 CFP sola andata, ma se vi piace la vita di spiaggia vi consigliamo di prenotare direttamente la vostra sistemazione alberghiera a Punta Matira dove ci sono alberghi lussuosissimi come l’Intercontinental beachcomber ma anche sistemazioni spartane in pensioncine di famiglia. Davvero molto bella è la pensione Chez Nono (mail:nonoleverd@mail.pf) con le camere direttamente sulla spiaggia, ma fate attenzione, essendo piuttosto piccola è spesso al completo!. Per i pasti B.Bora è in proporzione molto più cara delle altre isole, un pasto al ristorante va dai 50 ai 100 euro per persona, ma ci sono al porto di Vaitape e qualcuna anche a Punta Matira, le immancabili roulottes dove si mangia sempre con 1000-1500 CFP. Ricordate che di sera il trasporto pubblico non esiste per cui se vi volete spostare dovete attrezzarvi in modo autonomo o prendere un taxi (che sono costosissimi). Escursioni assolutamente da fare sono quelle in barca, giro della laguna, manta feeding e shark feeding, la laguna e i motu raggiungibili solo con la barca sono la cosa più bella di B.Bora per cui non lesinate le escursioni (6000-8000 CFP), ne vale davvero la pena.

RANGIROA

17 MAGGIO : RANGIROA 4 notti. Relais de Josephine (ww.relaisjosephine.free.fr) 13860 CFP per persona in HB compresi transfer. E’ un albergo delizioso con solo 6 bgw arredati benissimo con gusto franco-polinesiano, la proprietaria la Sig.ra Josephine è una squisita signora francese che vi farà sentire a casa e vi farà gustare cibi di gusto francese preparati con estrema cura. L’hotel non ha spiaggia ma è a picco sul pass naturale di Avatoru dove passano i delfini al cambio delle maree. Rangiroa è un atollo grandissimo e a differenza delle isole della società non ha montagne, la parte abitata è lunga solo 10 km e nella parte più larga è meno di 1 km, è una lingua di terra delimitata da due pass naturali che collegano il mare con la laguna. Non esistono trasporti pubblici, ma l’autostop (lo abbiamo fatto anche noi) è molto comune e chiunque si fermerà per darvi un passaggio. La mezza pensione diventa necessaria perchè su quest’isola non ci sono praticamente ristoranti (se escludiamo quelli dei 2 alberghi più grandi) e dopo il tramonto spostarsi senza un mezzo proprio (normalmente bici o scooter) diventa un problema. Assolutamente da fare sono le escursioni alla laguna blu e alla laguna verde come anche le immersioni subacquee se siete appassionati. L’isola è sicuramente la più tranquilla e sonnecchiante di tutte quelle che abbiamo visitato dove il dolce far niente diventa uno stile di vita.

21 MAGGIO : Rientro a Tahiti e poi in Italia.
Questo è il resoconto del nostro viaggio di nozze del quale siamo orgogliosissimi. Ci ha permesso di vedere uno dei mari più belli al mondo, flora e fauna da brivido dove ancora il progresso per fortuna non è del tutto arrivato, ma sopratutto ci ha permesso di conoscere gli abitanti che sono persone meravigliose e sorridenti che ti insegnano a salutare per strada anche se non conosci chi incontri, a sorridere per il solo gusto di farlo e vivere il tempo per quello che è senza dovergli per forza dare un valore economico. Abbiamo incontrato tanti compagni di viaggio provenienti da tutto il mondo con i quali abbiamo condiviso una parte del nostro viaggio, esperienze comuni che ci hanno accomunato anche se parlavamo lingue diverse e arricchito lo la mente e lo spirito. Oltre a un viaggio di nozze è stata un esperienza di vita che vi consigliamo vivamente di fare. Il viaggiare al di fuori dei circuiti convenzionali, rende una meta così cara ed esclusiva molto più accessibile di quanto si possa credere e ti permette di vivere la Polinesia per quello che realmente è, un tripudio di colori e serenità così come lo vide tanti anni fa il famosissimo pittore Gaugain.

di Rossella e Antonio

[print-me target=”#post-12120″]