Mi Argentina querida

Racconto di viaggio in Argentina

Quanto l’ho desiderata…quanto l’ho studiata e quanto la sognavo…era come un cordone ombelicale quello che avevo dentro per l’argentina.e non è che avessi parenti o amici.solo la pura passione per questa terra.

Buenos Aires

partiamo il 26 a sera da Bologna arrivo a Buenos Aires il 27 mattina!…spettacolo!un gran caldo, io lo amo specie a paragone con il clima che avevamo lasciato nella fredda e uggiosa Bologna.
Il viaggio completamente organizzato da Andrea di “argentina con noi” è stato perfetto nei tempi e nei modi.siamo ripartiti daBuenos Aires  il 28 mattina con destinazione Puerto Madyn e penisola valdes…il trionfo della natura, animali di ogni tipo ovunque ci voltassimo, steppa patagonica e milioni di capi di pecore in giro.

Perito Moreno

Ripartiamo da Puerto Madryn il 30/12 con destinazione el Calafate:fantastica, unica, una perla!mi è piaciuta da morire.un paesotto più che una città, laghi, montagne ghiacciai…ho fatto diverse escursioni: ovviamente quella al ghiacciaio Perito Moreno, poi in 4×4 al cerro frias con dei ragazzi che ci hanno poi offerto una splendida cena patagonica, e escursione all’estancia cristina con navigazione sul lago argentini fino al ghiacciaio di Upsala… non so che dire semplicemente unico…da mozzare il fiato!
il 2/1 lasciamo el calafate destinazione:la fine del mondo. Ushuaia. città di frontiera e un po più grigia di El Calafate ma anche lei possiede il suo fascino. Pesca ad alta quota nel Lago Escondido, parco della Tierra del fuego e CENTOLLA come se piovesse!la centolla è praticamente una garn seola.un nome per tutti il ristorante Volver, praticamente un museo, ma un pesce fantastico!
lasciamo Ushuaia…destianzione Buenos Aires il 05/1…3 giorni interi per vedere questa fantastica città!oltre le vie pedonali classiche La florida e la valle conviene spostarsi a fare shopping in av. Perez, strada dove gli stessi argentini vanno a fare shopping e non ci si sente turisti!
La gente ospitale e sempre pronta a regalarti un sorriso o a raccontare lontane parentele italiane.
carne, carne e ancora carne…eccezionale e io che sono sono una sommelier non ho potuto fare a meno di complimentarmi con loro…che vini ragazzi,fantastici!
immancabile il tango…all’esquina di carlos gardel,praticamente un’istituzione a Buenos Aires!
tornassi indietro rifarei tutto, ma proprio tutto!
ò’argentina non ha mai deluso le mie aspettative anzi…
l’accoglienza di manuela e andrea, èstata eccezionale.hanno reso la nostra vacanza perfetta esattamente come la volevamo!

di francy

[print-me target=”#post-%ID%”]