Viaggio in Cile

DA SANTIAGO DEL CILE ALLA ‘FIN DEL MUNDO’

Il resoconto, ovviamente, non renderà mai l’idea… qualunque parola non può descrivere le emozioni di quanto vissuto; anche io, come altri ospiti del sito, sarò lieta di dare quante più informazioni possibili via mail.

Siamo partiti in 4 da Roma, arrivo a Santiago del Cile.
* GIORNO 1-2: Santiago + spostamento notturno in pullman da Santiago a Temuco; ritiro macchina noleggiata via Internet.
* 4 giorni nella zona dei laghi (Volcan Villarrica e Volcan Osorno) con tappe a Villarrica e Frutillar.
* 2 giorni nell’isola di Chiloé (Parco Nazionale e giro dell’isola);
* 4 giorni e 3 notti di navigazione sulla nave Magallanes (partenza da Puerto Montt) nei canali fino a Puerto Natales;
* 2 giorni a Puerto Natales (parco Torres del Paine).
* Spostamento in macchina (noleggio sul luogo) fino a El Calafate (Argentina) e permanenza di 2 giorni per il Parque Nacional Los Glaciares;
* Spostamento in macchina El Calafate – Punta Arenas (una giornata).
* Due giorni a P. Arenas (Visita alla Isla Magdalena, la più grande riserva di pinguini, con navigazione sul canale di Magellano e visita città).
* Spostamento aereo (!) Punta Arenas-Ushuaia. 3 giorni a Ushuaia per Parque Nacional Tierra del Fuego, Navigazione del Canal Beagle.
* Volo Ushuaia – Buenos Aires. 1 giorno a B.Aires (troppo, troppo poco!), ritorno a Roma.

COSA NON DIMENTICHERO’ MAI (piccola selezione, in realtà non dimenticherò mai nulla di questo viaggio):
– Il respiro immortale dei vulcani andini.
– I meravigliosi parchi nazionali.
– Il capodanno in navigazione nei canali cileni. Non un paese (anzi…uno: Puerto Eden!) in 2.000 KM circa di navigazione verso il sud del mondo.
– Il cielo australe; la croce del Sud, Alfa e Beta Centauri (tutto spiegato con enorme pazienza dal capitano della nave).
– Le giornate infinite, il “sole di mezzanotte”
– Il ghiacciaio Perito Moreno
– La natura che si mostra in tutta la sua spudorata bellezza e potenza
– il silenzio dei boschi della tierra del fuego e Ushuaia, incoronata di montagne e vestita di foreste; non solo paese turistico, ma luogo letterario, inizio e fine del mondo, IL luogo. L’occhio spazia verso sud, oltre il canale di Beagle l’isola di Navarino e, subito dopo, così vicino, Capo Horn…

Il Cile è un paese che si può girare in totale autonomia; trasporti perfetti, gente meravigliosa; unico difetto: non hanno il senso delle distanze…..”Cinque minuti a piedi, due quadre (la loro unità di misura per le distanze sono le quadre…gli isolati, praticamente)”……e tu cammini per decine di minuti senza mai giungere alla meta….
COSTO TRASPORTO AEREO 1100 Euro circa (Aerolineas Argentinas)
DORMIRE B&B sempre pulitissimi; media di 20 euro a stanza per notte inclusa prima colazione
NOLEGGIO AUTO meno costoso che in Italia (“impossibile” noleggiare in Cile e restituire in Argentina…..overcharge di circa 500 dollari); più conveniente se si noleggia in anticipo via internet.
PULLMAN: poco costosi e comodissimi (specialemente i notturni)
LA NAVE: prenotata via internet (la società si chiama Navimag); pulitissima, servizio eccellente. (nasce come traghetto merci e ospita circa 200 passeggeri)

Ciao a tutti!!!!!!!!!