Los Llanos

Racconto di viaggio in Venezuela

Credo che ormai sia risaputo il mio folle amore per il Venezuela e per le sue meraviglie naturali.
È un Paese tanto vasto da avere paesaggi così differenti tra loro, da sembrare appartenenti a diversi continenti. …..ed una nota a parte la meritano LOS LLANOS, regione che si trova nella depressione centrale del Paese, fra le Ande, la Cordillera de la Costa e el Macino Guayanes. Occupano approssimatamene la terza parte del territorio venezuelano e costituiscono una immensa pianura formata dalla sovrapposizione dei materiali trasportati dai fiumi, che nascono nelle zone montagnose circostanti. Los llanos si presentano impressionanti agli occhi del viaggiatore che lo visita, e che li vede estendersi fino all’infinito, senza che si possa intravedere un cambiamento nella linea dell’orizzonte.
“Una infinita pianura anfibia, l’orizzonte che si perde lungo le linee d’acqua. Un bacino pieno di uccelli di tutte le dimensioni e colori, e l’uomo che avanza lentamente, pagaiando sulla sua canoa.

Dopo pochi mesi, il paesaggio è lo stesso….però tutto è cambiato: il suolo è arido, da tanto tempo non cade una goccia d’acqua e il calore del sole arroventa le sponde dei fiumi ormai secchi, le cime degli alberi, e tutti gli esseri viventi di questo angolo di mondo. L’uomo cambia la canoa per il cavallo, in questa vasta terra destinata ai più grandi contrasti.

Un mondo anfibio prima, e arido poi, che obbliga chi vive qui, ad una quotidiana lotta per la vita, tanto dura a volte , da non lasciare scampo. Un’ampia savana, affascinante e calda, patria di uomini dall’ancestrale coraggio. Benvenuti in 300km di bellezza pura…..bienvenidos al LLano venezolano.”

……y con todo el amor que llevo a mi Venezuela…..hasta pronto de lo mas pronto, al DESERTO DI CORO .
Besitos y mas besitos

di Patty
[print-me target=”#post-%ID%”]