Matrimonio in Italia

Usanze e costumi del Matrimonio in Italia

Ci sono tante usanze in un matrimonio che oramai sono talmente conosciute che neanche ci si fa più caso. Queste sono le cose indimenticabili per il più bel giorno della vita.

Il giorno delle nozze

La tradizione vuole che la sposa porti con se il giorno del matrimonio 5 cose.

  • 1 cosa blu: Anticamente il colore blu aveva due significati molto importanti, significava purezza e, proprio questa tradizione, a fatto si che tutti gli abiti di una volta fossero di colore blu
  • 1 cosa vecchia:Un indumento o un oggetto vecchi simboleggia il passato, ovvero la vita passata che non deve essere dimenticata.
  • 1 cosa Nuova:Simboleggia l’inizio di una nuova esperienza, e di una novità che sarà sempre con voi.
  • 1 cosa prestata: Una cosa prestata rappresenta l’affetto ed il rispetto delle persone più care verso la decisione più importante della vita. 
  • 1 cosa regalata:Una cosa regalata rappresenta il rispetto e l’amicizia delle persone più care che appoggiano in pieno la vostra decisione.

Le fedi

Sappiamo tutti che durante il “SI” bisogna scambiarsi le fedi… ma perché? L’usanza di portare la fede all’anulare sinistro risale addirittura all’epoca degli antichi Egizi. Gli egizi credevano che nel dito anulare era presente una vena che trasportava sentimenti e, dal dito, arrivava fino al cuore. Il nome che gli diedero a questa vena fu “vena dell’amore”, mettere un anello proprio in quel punto significava stringere il sentimento vicino al cuore e non farlo più scappare. Una antica legge ebraica invece, considerava una coppia unita, soltanto se entrambi avessero indossato a vita degli anelli identici. Gli antichi romani invece, usavano scambiarsi anelli di ferro come coronazione del loro legame.
La tradizione vuole che sia lo Sposo a comprarle, ma spesso sono i testimoni a regalarle.
Saranno poi i paggetti a portarle sull’altare per la benedizione.

I colori dell’abito da sposa

La tradizione dell’abito bianco risale all’Ottocento e rappresenta verginità e purezza.
Nel Medioevo le spose usavano indossare abiti colorati, in modo che dopo potessero essere riutilizzati.
Le spose romane usavano veli gialli e arancione.
Le spose cinesi vestivano in rosso, cosi come le spose indiane.
Le spose longobarde vestivano solo una tunica nera.
Le spose bizantine usavano vesti di seta rossa con ricami in oro.
Uno dei colori più usati è il rosso, infatti si pensa che sia un colore che propizia le nascite

Bomboniere

Le bomboniere sono un segno di partecipazione che gli sposi offrono agli invitati, devono essere tutte uguali, nessun parente o amico deve essere più importante di altri.

Il Riso

Il riso ai tempi dei pagani veniva gettato sugli sposi per simboleggiare una pioggia di fertilità.

Bouquet

Ormai il matrimonio è diventato un business e quindi il Bouquet è scelto direttamente dalla sposa per intonare la composizione con il vestito. In realtà per tradizione, il bouquet sarebbe l’ultimo dono che lo sposo fà alla compagna da fidanzato. Il Bouquet dovrebbe essere recapitato la mattina delle nozze direttamente a casa della sposa. Alla fine del ricevimento sarà lanciato a caso tra tutte le ragazze nubili: chi riuscirà ad afferrarlo dovrebbe sposarsi entro l’anno.

Le damigelle

Gli antichi egizi credevano che durante la cerimonia, gli spiriti maligni avrebbero rovinato l’atmosfera, così usavano vestire con abiti lussuosi le amiche della sposa in modo che gli spiriti maligni si confondessero, così non potendo riconoscere la sposa non potevano augurale sfortune e malignità.

Il velo nuziale

Il velo nuziale si tramanda da generazioni e generazioni ma pochi di coloro che ne fanno uso conoscono il vero significato ed il vero motivo per cui veniva usato.
Ai tempi degli antichi romani i matrimoni erano spesso combinati dalle famiglie, sia per motivi politici, sia per motivi di interesse. Proprio per questo motivo i due sposi fino al giorno del si non si incontravano e, i genitori degli sposi, coprivano il volto della sposa con un velo in modo da coprire le sembianze reali. In questo modo lo sposo, una volta sull’altare, non poteva più tornare indietro perché ormai la cerimonia era iniziata.

I confetti

Sapete quanti confetti ci sono in ogni sacchetto? La tradizione vuole che ce ne siano 5, ed ogniuna rappresenta le 5 cose che non devono mai mancare in una vita matrimoniale: Salute, Felicità, Ricchezza, Fertilità e Lunga Vita