Matrimonio nel Mondo

Usi e costumi del Matrimonio nel Mondo

Stati Uniti

In America ci sono matrimoni di vario genere con usanze diverse. A Las Vegas i matrimoni si possono organizzare ed ottenere con pochi dollari e pochi minuti. A New Orleans si festeggia con musiche, danze e 2 torte.
Una serve per offrirla agli ospiti, l’altra contiene 10 oggetti nascosti all’interno legati con dei nastrini che escono fuori. Si inviteranno le amiche nubili della sposa a scegliere il nastrino, chi troverà due anelli si sposerà al più presto mentre, chi trova un ditale rimarra zitella.
La comunità degli Amish, invece, usa una cerimonia semplice che si svolgerà solo ed esclusivamente in novembre o dicembre, cioè quando le coltivazioni sono ferme. Come regalo gli sposi ricevono arnesi per lavorare e piatti e forchette per mangiare.
Nelle Hawaii il regalo più bello che potreste fare è una ghirlanda di fiori colorati e profumati.

las vegas

Giappone

In Giappone si potrebbe dire che i matrimoni li organizzano gli alberghi di classe. Infatti questi offrono pacchetti completi come i 2 kimono per la sposa, uno per la cerimonia ed uno per la festa, i troni dove potersi sposare ee un tempio piccolo dove si può celebrare la cerimonia.
Durante la cerimonia la sposa porta in testa un panno bianco ripiegato: simboleggia la sua intenzione di non mostrare gelosia verso il marito.
La tradizione giapponese è molto bizzarra quanto particolare, si sa che per la maggior parte dei casi il matrimonio è combinato dalle famiglie ma, forse non tutti sanno che all’età di 25 anni le ragazze preparano una sorta di curriculum, una scheda personale con sogni, ambizioni, richieste, carattere, titolo di studio, hobby, esperienze personali ed altro ancora.
Una volta preparato questa sorte di curriculum viene inviata o per posta, o per conoscenza o per agenzie specializzate aspettando eventuali risposte. Anche se sembra strano, in questo modo i rapporti matrimoniali funzionano meglio e più a lungo di un incontro tradizionale.
Ultimamente sta andando di moda il matrimonio “classico” alla occidentale ma, di tradizione, i matrimoni sono in stile shintoista. Si usa infatti indossare 2 kimono molto colorati, ognuno dei due deve bere tre volta da una scodella con all’interno riso e sakè.
Un dato curioso è che il 60% dei matrimoni con coniugi giapponesi viene celebrato all’estero. La meta più gettonata sono le Hawaii, sia per motivi di logistica, (sono molto vicine al Giappone) sia perché sulle isole ci sono numerose chiese e cappelle pronte a sposare giovani innamorati anche se si presentano qualche ora prima.

Polinesia

Spiaggia, chiaro di luna, un banchetto fatto di lenzuoli bianchi, fiori e profumi esotici, il rumore delle onde in sottofondo, piccoli fuochi tutti intorno come scenario…. chi non ha mai immaginato il giorno più bello della vita celebrato in Polinesia?
Credo che un pensierino lo abbiamo fatto tutti.
Si sa che in Polinesia l’amore regna sovrano ed è questo il motivo per cui nelle isole sono sempre tutti sereni e rilassati. Il rito si svolge come una festa paesana dove tutti, ma proprio tutti (quelli dei villaggi), cercano di organizzarsi al meglio già da qualche mese prima.
La cerimonia vera e propria si svolge più o meno come quelle occidentali, a differenza che in queste isole non è la famiglia dello sposo che ha l’onere del banchetto, ma entrambi. Infatti si usa ricevere insieme gli amici ed i parenti alla vigilia del giorno fatidico. Durante la cerimonia si effettuano canti e balli in onore degli sposi ed il banchetto è super abbondante. Ultimamente sta prendendo sempre più piede il rinnovo dei voti nuziali, soprattutto per tutti coloro che si trovano per la prima volta in Polinesia ed in luna di miele.
Ogni luogo è già d’incanto su queste isole ma, al Tiki Theatre Village è qualcosa in più. Un vero e proprio villaggio polinesiano ricostruito in tutto e per tutto. Si trova a Moorea e la cerimonia si svolge come in antichità. Si inizia con un viaggio in canoa con destinazione villaggio della cerimonia, si prosegue con un piccolo rito in stile polinesiano che consiste in massaggi con olio di monoï per lei, e body-painting (tatuaggi) per lui.
Ultimati questi preparativi la coppia viene vestita con abiti tradizionali e viena portata davanti al capo villaggio in persona, il quale iniziera il rito cin preghiere ed incantesimi. La cerimonia infine prosegue con gli sposi che vengono trasportati sulle spalle da polinesiani in sedie in paglia, mentre tutto intorno a loro canti e balli festeggiano il lieto evento.

Bora Bora, Polinesia

Vietnam

Se vi capiterà un giorno nella vita di essere invitati ad un matrimonio in Vietnam scordatevi di mettere abiti bianchi, questo colore infatti è segno di lutto. Il colore che và per la maggiore è il rosso.

Corea del Sud

I matrimoni si svolgono nei parchi, lo sposo arriva accompagnato da parenti ed amici a cavallo mentre, la sposa, arriva portata in spalla su di una poltrona coperta da veli per non essere mostrata ad occhi indiscreti.

India

In India la religione Indù crede che in ottobre le forze del bene sono più forti delle forze del male, proprio per questo quasi tutti i matrimoni si svolgono in questo mese. Gli sposi durante la cerimonia rimangono seduti su di un trono mentre verranno ricoperti di petali di fiori gialli, segno di buon auspicio, da parenti e amici.

Afghanistan

Il giorno più importante della vita e cioè dell’unione di due persone si festeggia…separati. Ebbene si gli invitati saranno divisi in due scaglioni, gli uomini da una parte e le donne da un’altra. Un’altra particolarità e che sono gli sposi a fare regali agli invitati e non viceversa.

Mongolia

I genitori dello sposo organizzano la cerimonia quando la luna è crescente ma, solo se non è un giorno di pioggia. Lo sposo regalerà alla compagna tre bauli, uno per la biancheria, uno per il cibo ed uno per un’ombrello, quest’ultimo significa protezione verso la sposa.

Iran

In Iran si usa, dopo la cerimonia, far sedere i due sposi su di un trono rialzato mentre, gli invitati, alzano uno specchio grandissimo che riflette per la prima volta i due sposi insieme. Questo specchio verrà poi regalato agli sposi.

Cina

Con l’arrivo di Mao è finito il sogno degli uomini cinesi di avere pù di una sposa, infatti oggi prevale per legge la monogamia. Una particolarità dei matrimoni cinesi è che durante tutto il giorno delle nozze la sposa non può parlare e deve rimanere a digiuno. Il colore del vestito è preferibile di un colore non bianco, visto che il bianco è simbolo del lutto.

Finlandia

In Finlandia c’è la possibilità di sposarsi direttamente in una chiesa fatta esclusivamente di ghiaccio. Questa chiesa viene costruita ogni anno in dicembre per poi sciogliersi in aprile. Oltre alla chiesetta di Jukkasjarvi, c’è la possibilità di soggiornare nell’hotel adiacente o mangiare nel ristorante. Per l’arrivo della sposa,c’è la possibilità di giungere in chiesa con slitte, cavalli o renne

Russia

La cerimonia russa è molto simile alla nostra ma con qualche differenza. Una importante è l’abito da sposa, non è bianco ma blu, gli sposi tengono in mano delle candele e mentre si apprestano al fatidico si e a scambiarsi gli anelli, la sposa può tirare il bouquet alle amiche fidanzate.

Maldive

Qui si può benissimo dire che, oltre alle tradizioni particolari, ci sono anche leggi particolari. Infatti, esiste una legge che consente ad una donna maldiviana di sposarsi più volte, e cosa c’è di diverso penserete, di diverso e che la persona da sposare può essere sempre la stessa del primo matrimonio. Cerchiamo di capire meglio. La legge dice che una donna può divorziare e risposarsi con la stessa persona più volte ma, dopo la terza volta, la donna sarà costretta a sposarsi con un altro uomo, in modo da rendersi finalmente conto se sono tutti come il primo marito oppure no. Se così fosse la donna può finalmente dire di essere legata alla prima esperienza matrimoniale.